Pesaro: lite tra giovani a colpi di spade giapponesi, un arresto ed una denuncia

polizia 1' di lettura 01/03/2010 - Una lite tra due giovani degenera e termina con una \'lezione\' a colpi di spade giapponesi. Una arresto ed una denuncia a piede libero.

Gli Agenti della Volante della Polizia di Pesaro hanno tratto in arresto un 18enne polacco e denunciato a piede libero un suo connazionale di 19 anni sorpresi a picchiare un 30enne del posto.

La lite, scoppiata nella notte tra venerdì e sabato nei pressi del bar \'Il Diamante\' in via del Giambellino a Pesaro, è poi degenerata, quando il 30enne, uscito dal locale, ha notato gli specchietti retrovisori della propria Audi A4 rotti. Accusando del gesto il 18enne polacco, il 30enne si è così recato nei pressi dell\'abitazione del giovanissimo per chiedere il risarcimento dei danni. Ma il polacco O.M., che si trovava in compagnia del connazionale A.T., ha afferrato le \'katane\', spade giapponesi, ed ha iniziato a colpire il 30enne.

Bloccata la lite violenta, gli Agenti hanno tratto in arresto il giovane O.M. con l\'accusa di lesioni aggravate, detenzione di stupefacenti e possesso illegale di armi bianche e denunciato a piede libero il 19enne A.T. per il reato di concorso in lesioni aggravate dall\'utilizzo di armi.

Armi detenute illegalmente dal 18enne nella propria abitazione, insieme ad una pistola giocattolo modello Beretta priva di tappo rosso, un bilancino di precisione e 10 grammi di hashish confezionato in dosi. Tutto materiale che gli Agenti della POlizia di Pesaro hanno rinvenuto durante la perquisizione domiciliare e posto a sequestro.





Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2010 alle 18:09 sul giornale del 01 marzo 2010 - 887 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, Sudani Alice Scarpini