counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il 12 marzo sciopero della Cgil

2' di lettura
1225

cgil|

La Cgil proclama per mercoledì 12 marzo uno sciopero generale di quattro ore: oggi l’assemblea regionale di quadri e delegati Cgil, riunita alla Fiera della Pesca ad Ancona, ha definito le modalità per la regione.

LE RAGIONI DELLO SCIOPERO - Il sindacato protesta per fermare i licenziamenti, per affrontare le varie vertenze aperte in tutto il Paese, per dare una risposta immediata ai lavoratori e cioè 500 euro per il 2010 che per la Cgil rappresenta una prima restituzione di quanto già lavoratori e pensionati hanno pagato di piu’. Secondo la Cgil ridurre le tasse si può rilanciando la lotta contro l’evasione, tassando i grandi patrimoni, abbassando la prima aliquota al 20%. Tra i motivi dello sciopero, anche la richiesta di nuove politiche dell’accoglienza che puntino a regolarizzare i migranti che lavorano, a sospendere la Bossi-Fini per i migranti in cerca di occupazione, abolire il reato di clandestinità, estendere l’art.18 al Testo unico sull’immigrazione equiparando il reato di caporalato a quello sulla tratta sugli esseri umani.

Per il 12 marzo, la scuola sciopera l\'intera giornata, il Pubblico Impiego l\'intera giornata o turno di lavoro. LE MODALITA’ DELLO SCIOPERO NELLE MARCHE – Si svolgeranno manifestazioni e presidi in tutte le province. Ad Ascoli Piceno lo sciopero sarà di otto ore e ci sarà il presidio con il comizio alle ore 11 in piazza Simonetti, ad Ancona lo sciopero sarà di quattro ore e per l’occasione si svolgerà a Jesi un corteo e una manifestazione, nel corso della mattina, che culminerà in piazza della Repubblica; a Fermo lo sciopero sarà di otto ore con corteo che partirà da piazza Dante-San Francesco fino a raggiungere piazza del Popolo sempre nell’arco della mattinata.

A Pesaro, lo sciopero sarà di quattro ore e si svolgerà una manifestazione in piazza del Popolo, a Macerata infine lo sciopero sarà di quattro ore e ci sarà, nel corso della mattinata, un corteo che partirà dalla zona delle Piscine fino a raggiungere piazza della Libertà.


cgil|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2010 alle 10:08 sul giornale del 23 febbraio 2010 - 1225 letture