counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sostegno all\'università per i figli dei disoccupati

1' di lettura
1025

università

Una misura anticrisi a favore dei figli di lavoratori in disoccupazione. La Giunta regionale, su proposta dell’assessorato all’Istruzione e al diritto allo studio, ha approvato una delibera che attribuisce un contributo “una tantum” agli iscritti all’università che sono figli di lavoratori, residenti nelle Marche, in disoccupazione da almeno tre mesi certificata dai Centri per l’Impiego, in mobilità o in cassa integrazione straordinaria.

Le risorse disponibili per l’iniziativa ammontano complessivamente ad un milione di euro. Il contributo pro capite ai soggetti beneficiari sarà pari a 400 euro. Il provvedimento prende spunto dal Protocollo di intesa siglato tra Regione e sindacati nel novembre scorso secondo cui è indispensabile attuare misure che abbiano l’obiettivo di difendere l’occupazione, la coesione sociale, il sostegno allo sviluppo.


Tra queste, è previsto un contributo una tantum per sostenere gli studi universitari dei figli di lavoratori. In incontri successivi tra Assessorato e organizzazioni sindacali sono poi stati definiti i criteri e le modalità per l’attivazione della misura, approvata anche dalla Commissione Regionale Lavoro. Per l’accesso al contributo, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo familiare non potrà superare il limite di 30 mila euro con riferimento alle dichiarazioni dei redditi 2009, periodo di imposta 2008. Possono presentare domanda di contributo gli studenti universitari residenti nelle Marche ed iscritti all’anno accademico 2009/2010 a: corsi di laurea di primo livello; di secondo livello, a ciclo unico magistrale presso Università e Afam delle Marche o di altre Regioni, fiscalmente a carico dei genitori.


Il bando sarà diffuso mediante pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Marche, nel sito istituzionale della Regione e nel portale del servizio istruzione formazione e lavoro: www.istruzioneformazionelavoro.marche.it alla pagina Istruzione.



università

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2010 alle 18:11 sul giornale del 10 febbraio 2010 - 1025 letture