counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Razza bovina marchigiana: la Regione al salone di Parigi

2' di lettura
1081

mucca
Migliorare e sviluppare l’allevamento della razza bovina marchigiana, questo l’obiettivo del provvedimento adottato dalla Giunta regionale, su iniziativa del vice presidente e assessore all’Agricoltura.

Con questa finalità sono stati destinati 248mila euro all’attuazione di tre progetti di ricerca e sperimentazione per la valorizzazione della carne e delle caratteristiche tipiche della Marchigiana, oltre che per l’efficienza aziendale degli allevamenti. I progetti di ricerca e sperimentazione sono stati elaborati dalla “task force zootecnia” , gruppo di lavoro specificamente dedicato alla razza bovina tipica delle Marche, avviato lo scorso anno su iniziativa della Regione. Ne fanno parte gli uffici veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Marche, l’Anabic, l’Istituto zooprofilattico dell’Umbria e delle Marche, la Facoltà di Agraria dell’Università politecnica delle Marche, la Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia, la Facoltà di Veterinaria dell’Università di Bologna, l’Università di Camerino, l’Assam, la Bovinmarche, gli allevatori tramite il direttore dell’Apa di Macerata, oltre che lo staff dirigenziale e tecnico del servizio Agricoltura Forestazione e Pesca della Regione Marche.


Diversi i fronti d’impegno della task force , dall’informazione specialistica per gli operatori, alla sanità degli animali, oltre ai contributi tecnico scientifici per la realizzazione delle misure del Piano di sviluppo rurale dedicate alla zootecnia. I progetti di ricerca e sperimentazione vengono attuati da soggetti individuati da apposito bando pubblico e i risultati saranno divulgati e diffusi adeguatamente. La Regione punta quindi con decisione verso la valorizzazione delle eccellenze e per farlo al meglio sarà presente al Salon International de l\'Agriculture de Paris con uno stand regionale e animali da esposizione, per uno sviluppo commerciale della razza marchigiana. In questo modo è possibile offrire alla Marchigiana e a tutti gli operatori del settore, l’opportunità di avere la giusta visibilità a livello internazionale. Il Salone di Parigi, uno dei più importanti a livello europeo e mondiale, sicuramente la più grande manifestazione agricola francese, si svolgerà dal 27 febbraio al sette marzo 2010 a Paris Porte de Versailles . Oltre che un avvenimento dedicato all’allevamento e alla genetica, costituisce una vetrina unica per la gastronomia regionale e internazionale, il turismo verde e l’ambiente.


Con più di mille espositori e 3500 animali, il Salone rappresenta una finestra aperta sull’agricoltura in tutta la sua diversità, come dimostrano i 670mila visitatori, suddivisi tra grande pubblico e professionisti, dell’edizione 2009. La Regione Marcheha partecipato in passato a questo importante appuntamento internazionale. La prima partecipazione risale infatti al 1972 - promossa dalla Camera di Commercio di Macerata - alla quale sono seguite dieci edizioni fino al 1996, ultimo anno di partecipazione con organizzazione dell’Associazione Italiana Allevatori. Si deve alle passate partecipazioni al salone di Parigi la diffusione della razza bovina Marchigiana nel mondo che oggi vanta significative presenze nelle Americhe e in Australia.



mucca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2010 alle 15:38 sul giornale del 05 febbraio 2010 - 1081 letture