counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
comunicato stampa

Atletica: ad Ancona Reina ottiene la migliore prestazione nei 600 indoor

3' di lettura
1087

Reina

Daniela Reina ha ottenuto al Banca Marche Palas di Ancona la nuova migliore prestazione italiana dei 600 metri indoor, 1:27.75. Il crono è stato realizzato nel corso di una gara extra della prima giornata dei Campionati italiani di prove multiple, abbassando il precedente limite, 1:31.06, stabilito da Gabriella Dorio l’11 febbraio 1984 a Milano.

A lanciare la prova della marchigiana delle Fiamme Azzurre è stata la corregionale Donata Piangerelli (Fondiaria-SAI), che ha impostato il ritmo per i primi due giri: 28.41 e 57.34 i tempi intermedi. Subito dopo il suono della campana la Reina si è portata in testa, tagliando poi il traguardo ancora in spinta. “Non pensavo di andare così forte - ha commentato Daniela - Mi aspettavo di poter correre un tempo intorno a 1:29, ma è venuto un risultato decisamente migliore e questo dà ottime prospettive anche per la stagione all’aperto. A fine dicembre mi sono resa conto che i riscontri in allenamento erano incoraggianti, quindi ho deciso di provare quest’unico test al coperto. Sono soddisfatta soprattutto per aver chiuso bene, con facilità di corsa, davanti al pubblico della mia regione. La preparazione adesso è tutta mirata sugli 800 all’aperto: ormai ho definitivamente allungato e cercherò di progredire anche dal punto di vista tattico”. La Reina, 28enne di Camerino (MC), detiene anche la miglior prestazione italiana indoor sui 500 metri, con il tempo di 1:11.03, corso il 21 gennaio 2007 sempre ad Ancona. Tra gli altri risultati del meeting odierno al Banca Marche Palas, vittoria di Chiara Nichetti (Italgest Athletic Club) sugli 800 in 2:09.07, per due centesimi in volata davanti a Lorenza Canali (Fiamme Azzurre), e il 2:31.96 nei 1000 metri allievi di Luca Braga (Atletica Mogliano).



Intanto, nei Campionati italiani di prove multiple, il carabiniere Franco Casiean comanda la classifica dell’eptathlon assoluto con 3237 punti, al termine della prima giornata. Netto il suo vantaggio su Thomas Gallizio (SV Lana-Raika), secondo a quota 2875, che precede Riccardo Palmieri (Sport Atl. Fermo – 2820). Casiean ha guadagnato la testa sin dalla prima gara, correndo i 60 metri in 7.10, per proseguire con un salto in lungo da primato personale, 7.48. Nel peso per lui, dopo due nulli, un lancio a 12.38 e infine 2.03 nell’alto. Assente William Frullani, che figurava nell’elenco degli iscritti. La gara della categoria promesse vede al primo posto Stefano Combi (Ginnastica Monzese Forti e Liberi – 2718), mentre fra gli juniores guida Leonardo Bagnoli (Prosport Atl. Firenze – 2785). Assegnata intanto la prima maglia tricolore del 2010, quella del pentathlon allievi, che è andata ad Alessandro Rigamonti (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni). Con uno score finale di 3597, ha preceduto Roberto Paoluzzi (Atl. Pro Loco Capanne) di soli 6 punti, a conclusione di un duello che si è protratto per l’intera giornata. Bronzo per Alessandro Grande (Atl. Riccardi – 3561). Rigamonti, che compirà 17 anni a febbraio, vive e si allena a Mandello del Lario (LC), seguito dal tecnico Franco Vercelloni. Presenti ben tre portacolori dell’Atletica Osimo: nono posto per Enrico Squadroni (3034 punti), 10° Leonardo Malatini (2978), 22° Luca Binci (2319). La gara si è svolta con un nuovo programma rispetto agli anni scorsi, dovuto all’inserimento del lungo al posto dell’asta. Domani 7 titoli in palio, con le restanti prove maschili e la disputa di tutte quelle femminili.



Reina

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2010 alle 18:38 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 1087 letture