counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
comunicato stampa

San Severino: concerto spettacolo di Mafalda Minnozzi

2' di lettura
1959

musica
Mafalda Minnozzi torna a San Severino Marche, sua città natale, con un concerto spettacolo unico già presentato a Cannes.

L’appuntamento, promosso dall’Amministrazione comunale, è per sabato 30 gennaio alle 21,30 presso l’ex cinema Italia. La straordinaria interprete presenterà il Dvd “Mafalda Minnozzi – Live in Italia”, interamente registrato al teatro comunale Feronia e in altri luoghi storici della Città. Lo stesso spettacolo verrà poi riproposto il 3 febbraio a Roma, al Dimmi Club, dove inaugurerà una serie di concerti organizzati dal programma “Brasil” di Radio 1 Rai.

Sul palco una formazione compatta, composta da tre musicisti: lo statunitense Paul Ricci alle chitarre, il brasiliano Wellington Santana alle percussioni e l’italiano Riccardo Taddei alle fisarmoniche.

“Integrazione é la parola chiave di questo concerto – spiega l’assessore comunale alla Cultura, Alessandra Aronne - Integrazione intesa come scambio tra culture e tra popoli per creare uno stile nuovo di musica in cui si fondono suoni e colori del Mediterraneo con sapori e ritmi dell’ America del Sud. Ecco quindi spiegato il titolo del concerto”.

L’evento che sabato 30 sarà di scena a San Severino intende rappresentare questo spazio ideale dove l’ artista italiana riunisce e mescola i colori della sua voce con il timbro degli strumenti acustici e con sonorità etniche esaltate dagli originali arrangiamenti.


Il repertorio del concerto “Arca Musicale” rappresenta pertanto un mix di brani che saranno reinterpretati con creatività e, al tempo stesso, rispetto per la tradizione: “L’arcobaleno”, “Una notte in Italia”, “Per amore”, “Paciência”, “A primeira vista”, “O Que será – A flor da terra”. In questo modo si accorceranno le distanze tra i mondi musicali di Italia e Brasile e si avvicineranno Lucio Dalla a Lenine, Ivano Fossati a Chico Buarque de Hollanda, Enzo Gragnaniello a Chico César.



musica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2010 alle 16:15 sul giornale del 30 gennaio 2010 - 1959 letture