counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA

Senigallia: Guzzonato lancia il turismo congressuale sulla spiaggia di Velluto

3' di lettura
895

Michelangelo Guzzonato
Nasce a Senigallia ma può diventare uno strumento per allungare la “stagione” dalla costa alle valli del Misa e del Nevola. Michelangelo Guzzonato, assessore alle Attività Produttive e Finanze, identifica così “Senigallia Meetings”, il progetto che ha l’ambizione di imporre la spiaggia di velluto ed i comuni dell’entroterra sul mercato del così detto turismo congressuale.

Questo territorio – spiega Michelangelo Guzzonato - non ha nulla da invidiare, anzi direi l’esatto contrario, rispetto ad altri che offrono servizi e strutture per meeting e convention. Abbiamo sale pubbliche e private nonché alberghi in grado di soddisfare tutte le esigenze”. Una scelta spinta dalla ricerca di “nuovi” turismi. “E’ vero che esistono altri settori ma perché non cominciare da questo? Parliamo di un mercato che non conosce flessione e soprattutto stagionalità”.


Senigallia città turistica tutto l’anno. “In estate – prosegue l’assessore allo Sviluppo Economico - Senigallia e le valli Misa e Nevola registrano cifre in controtendenza rispetto a molte altre realtà turistiche italiane ma al di fuori di quei tre mesi la movimentazione turistica si riduce in maniera decisa. Perché allora non “sfruttare” le nostre potenzialità? Senigallia Meetings è uno strumento tecnico dedicato agli addetti del settore, uno strumento ricco del quale non beneficiano solo le strutture ricettive ma ad esempio anche ristoranti e qualsiasi attività annessa all’accoglienza. Per non parlare delle bellezze del centro storico cittadino e di tutti i comuni dell’entroterra”.


Progetto che è già in grado di affacciarsi sul mercato. “Per convegni e incontri di lavoro Senigallia offre efficienti soluzioni da 10 a 800 persone. Il riferimento per i grandi meeting è il teatro la Fenice con 875 posti, un ampio foyer e una sala aggiuntiva di 80 posti. Nell’offerta sono inoltre a disposizione per convegni, meeting e convention l’Auditorium San Rocco (132 posti a sedere), la chiesa dei Cancelli (250 posti a sedere), il palazzo del Duca (60 posti a sedere), la mediateca comunale (100 posti a sedere). Queste strutture, tutte a gestione comunale (e tutte dotate della tecnologia a supporto di tali iniziative) rappresentano un unicum nell’area pedonale del centro storico e sono raggiungibili l’una con l’altra in pochissimi minuti. Un elemento da non sottovalutare sia per le sessioni lavorative sia per i momenti di relax da trascorrere nel centro storico o nella zona mare con la Rotonda che può ospitare fino a 400 persone. Nessun problema nemmeno sotto l’aspetto organizzativo. Sono infatti facilmente accessibili i servizi di allestimento, interpretariato, hostess, catering, service audio e video, per rendere efficiente e di successo ogni evento”.


Operazione che vede la partecipazione dei privati.“Possiamo vantare alberghi che hanno aderito a Senigallia Meetings e che hanno a disposizione sale altrettanto confortevoli e adatte ad ogni esigenza con il risultato di far crescere il numero dei posti e di tutti i servizi necessari”.


Un occhio rivolto all’entroterra. “Questo sistema – conclude Guzzonato - premia l’insieme ed è chiaro che può essere pensato, ed allargato, per le strutture del territorio che ricoprono quelle caratteristiche funzionali alla convegnistica. Da non dimenticare che meeting o convegni sono anche occasione per scoprire il paesaggio marchigiano e le sue grandi ricchezze culturali, ambientali, naturalistiche e gastronomiche. Altro vantaggio la nostra posizione geografica al centro Italia ed al centro delle Marche consentendo ai possibili ospiti di programmare ed effettuare in giornata escursioni con itinerari tematici. Insomma Senigallia ed il suo hinterland, ospitali tutto l’anno, sono la destinazione ideale per convegni meeting, convention, serate di gala ed incontri di lavoro”.



Michelangelo Guzzonato

Questo è un articolo pubblicato il 28-01-2010 alle 16:47 sul giornale del 29 gennaio 2010 - 895 letture