counter

Regionali: il Pdl lancia Marinelli e attacca l\'Udc

erminio marinelli 1' di lettura 27/01/2010 - In politica si è abituati a tutti gli scenari e a tutti i tradimenti possibili, poiché ogni acrobazia giustifica l’obiettivo della conquista del potere e delle relative poltrone da distribuire.

Nella Regione Marche tali comportamenti hanno raggiunto la vetta suprema. Il quadro che si è delineato sarebbe di un’alleanza dell’UDC-IDV-PD-Sinistra e Libertà, che vede esclusi invece Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani. Questo accontenterebbe l’UDC poiché sparirebbero i simboli della falce e martello, ma rimarrebbe l’estrema sinistra di Vendola che, restando all’interno della maggioranza e della giunta, rappresenterebbe la stessa componente politica recuperando un po’ di voti che potrebbero essere persi. Classico esempio di botte piena e moglie ubriaca.


L’UDC tradisce l’elettorato anticomunista e accetta l’estremismo di Di Pietro che invece condanna in Parlamento; Sinistra e Libertà tradisce Rifondazione e Comunisti Italiani; il PD ed il Presidente Spacca garantiscono l’ammucchiata contraddittoria invece della chiarezza. Mi chiedo dove siano finiti i valori e la pseudo intransigenza dell’UDC. Insomma, sta nascendo il peggio che possa capitare, alla faccia del buon governo nelle Marche.


Gli elettori sapranno giudicare e premieranno coloro che, invece di fare della rappresentanza politica un mestiere, ritengono di portare avanti, con l’esperienza di un Sindaco che tanto ha fatto per la propria città, Erminio Marinelli, un progetto per fermare il declino economico della nostra regione ed attuare una politica amministrativa trasparente senza gli intrecci affaristici della giunta Spacca.


   

da Carlo Ciccioli
vice coordinatore regionale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2010 alle 14:21 sul giornale del 28 gennaio 2010 - 1510 letture

In questo articolo si parla di regione marche, carlo ciccioli, politica, erminio marinelli





logoEV
logoEV