counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA

Mentrasti (SEL): \'Idee chiare sul programma, l\'Udc alternativo alle nostre proposte\'

2' di lettura
1395

I dirigenti regionali della nuova formazione politica nata dalle ceneri di Sinistra e Libertà presentano il  programma in vista delle elezioni regionali e commentano la questione delle alleanze per la coalizione del centro-sinistra.

\"Le forze politiche con cui stiamo trattando in vista delle imminenti elezioni regionali insistono sulla continuità, sul valorizzare quanto di buono è già stato fatto per le Marche. Da parte nostra, cercheremo di portare quello che riteniamo sia il nostro valore aggiunto su specifiche tematiche\". E\' il pensiero di Edoardo Mentrasti, Coordinatore regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, la nuova formazione politica guidata da Nichi Vendola nata con l\'assemblea costituente romana del 19 e 20 dicembre. Un movimento che prende le mosse dal precedente Sinistra e Libertà, ma con una maggiore connotazione ecologista e con una rinnovata attenzione alle problematiche sociali. \"E\' vero che nelle Marche si vive bene\", prosegue Mentrasti, \"ma è altrettanto vero che Ancona risulta essere la terza città italiana per inquinamento atmosferico, e che la nostra regione ha un 12% di suolo edificato, rispetto alla media nazionale del 7%\". Dati esemplari che, secondo SEL, impongono un \"ripensamento delle politiche regionali, in termini di innovazione e programmazione\".




Mentrasti elenca quelli che sono i \"punti irrinunciabili\" per costruire un programma condiviso con la coalizione di centro-sinistra. Programma che, al momento, è fermo al famoso documento del 21 dicembre, e che attende di essere sviluppato. Gli esponenti di SEL, dal canto loro, sono molto chiari: \"occorre ripartire da un reddito sociale che tuteli in modo permanente tutte le categorie svantaggiate, ripensare la pianificazione delle infrastrutture e il Piano Paesistico, con vincoli più stringenti a tutela del territorio, e lavorare per rendere il servizio sanitario ancora più efficace\". Sinistra Ecologia e Libertà ha elaborato un\'articolata proposta di programma, e Mentrasti annuncia che chiederà al più presto un nuovo \"tavolo di lavoro con i partiti del centro-sinistra per iniziare la programmazione\". Una richiesta che potrebbe essere avanzata già il prossimo lunedì, perchè \"siamo in forte ritardo, e abbiamo l\'impressione che questi continui tentennamenti siano parte di una strategia del Partito Democratico\". Il riferimento è ovviamente alla nota questione dell\'allargamento dell\'alleanza all\'Udc, che ancora non si sbilancia. Una prospettiva che Mentrasti e gli altri dirigenti regionali di SEL non vedono proprio di buon occhio: \"è evidente che su questioni fondamentali come l\'istruzione e la sanità, l\'Udc è culturalmente alternativo a noi\". Messaggio chiaramente rivolto al Pd, che con ogni probabilità scoprirà le carte la prossima settimana.



Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2010 alle 16:40 sul giornale del 23 gennaio 2010 - 1395 letture