counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Macerata: vigile urbano si toglie la vita durante il servizio, sconosciute le cause

1' di lettura
1456

polizia municipale

Tragica serata per Macerata e il suo Comando di Polizia Municipale che ha visto un proprio dipendente togliersi la vita all\'interno dell\'edificio mentre era in servizio.

Stefano Teloni, vigile urbano di 48 anni, ha approfittato della distrazione di un collega per compiere il tragico gesto. Afferrata la pistola del collega, allontanatosi per prendere un caffè, Teloni si è sparato un colpo alla testa nell\'antibagno del Comando, sito in viale Trieste.

A trovare il corpo senza vita del vigile urbano, separato dalla propria moglie, padre di due figli e con problemi di famiglia e di salute, che lo avevano tenuto lontano dal servizio per 6 mesi, è stato il Comandante Negromonti Tini mentre usciva dal proprio ufficio.

Problemi cardiologici che impedivano a Stefano Teloni di svolgere il servizio di pattuglia. L\'uomo, rientrato poco tempo fa al Comando, svolgeva il ruolo di impiegato all\'interno dell\'ufficio.

Le cause del tragico gesto sono ancora in fase di accertamento ma, secondo il Comandante, sarebbe stato un \'raptus\'. Ipotesi basata sullo stato d\'animo precedente a quel tragico gesto. Stefano Teloni, al quale era già stata tolta la pistola di ordinanza, fino al momento in cui si è recato in bagno ed ha premuto il grilletto sembrava stare bene. Era stato tranquillamente con i colleghi sia di ufficio che di Comando e nulla poteva far pensare ad una conclusione così drammatica della serata.


polizia municipale

Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2010 alle 16:33 sul giornale del 23 gennaio 2010 - 1456 letture