counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Apoteka Chemo: le competenze marchigiane vincono la sfida-eccellenze

2' di lettura
1444

“Grazie alla grande passione e determinazione delle competenze marchigiane possiamo perseguire crescenti stadi di eccellenza fondamentali per il nostro futuro e soprattutto possiamo garantire l’imprescindibile diritto alla salute dei cittadini”.

Così il presidente Gian Mario Spacca questa mattina nell’auditorium Totti degli Ospedali Riuniti di Ancona in occasione della presentazione di “Apoteka chemo”, il robot che automatizza la preparazione di chemioterapici intravenosi. Il sistema ad alto contenuto tecnologico e unico al mondo nel suo genere è il frutto della collaborazione avviata dagli Ospedali Riuniti di Ancona e la Loccioni Humancare.

“Quella di oggi è una vera e propria festa – ha proseguito Spacca – perché grazie all’integrazione e alla sinergia di diverse componenti della comunità pubbliche e private e alla condivisione delle loro competenze, migliora la qualità della vita di tutti noi. Questo paradigma dà il senso di quello che perseguiamo come istituzione. Nell’ambito della sanità abbiamo dovuto affrontare un percorso lungo e complesso. Dovevamo riportare in equilibrio i conti e ci siamo riusciti. Oggi quindi, possiamo concentrarci su progetti di sviluppo più ambiziosi ed imprimere alla sanità un ruolo attivo che possa coinvolgere il nostro tessuto industriale e far crescere tutto il sistema. Con questo spirito per esempio, stiamo lavorando sulla quarta età, per interpretare e soddisfare le esigenze non solo sanitarie, ma legate alla qualità della vita nel suo insieme, degli over 75 che hanno bisogno di spazi, servizi e assistenza a misura delle loro necessità. La straordinaria motivazione che respiro nella nostra comunità che ricordo, è la più manifatturiera d’Italia e vanta il Pil più alto, mi fa pensare che abbiamo tutte le potenzialità per vincere la sfida e migliorare sempre più la qualità della nostra vita”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2010 alle 14:10 sul giornale del 23 gennaio 2010 - 1444 letture