counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Studenti, forte sconto per abbonamenti integrati bus-treni

2' di lettura
1707

PietroMarcolini

 Mercoledì mattina  la Giunta regionale ha approvato il progetto di integrazione tariffaria per abbonamenti urbani integrati con abbonamenti extraurbani e ferroviari in favore degli studenti.

L\'obiettivo è quello di incentivare l\'utilizzo del mezzo di trasporto pubblico e allo stesso tempo favorire gli studenti nei loro spostamenti casa-scuola eliminando l’obbligo di duplicare il costo degli abbonamenti tra l’urbano e l’extraurbano nella logica della fidelizzazione dell’utenza. L\'assessore ai trasporti Pietro Marcolini ha parlato di una \"triplice giustificazione: sociale, economica e ambientale\" che rende necessario e utile il provvedimento.


Il progetto sarà avviato entro la fine del corrente mese di gennaio e permetterà agli studenti in possesso di regolare abbonamento extraurbano o ferroviario di sottoscrivere un abbonamento urbano integrato della città dove ha sede l’istituto scolastico frequentato, pagando solo un quarto del costo di un abbonamento ordinario. Con quest’ultimo, sarà possibile circolare su tutti i mezzi e sull’intera rete di trasporto urbano.


Marcolini ha poi spiegato la ripartizione degli oneri tra gli enti locali e le imprese di trasporto : \"La Regione contribuisce con uno stanziamento di oltre 200mila euro annue. La quota del 75% non introitata dagli abbonamenti urbani sottoscritti dagli studenti, sarà a carico rispettivamente: per la quota del 25% alla Regione Marche, per la quota del 25% alla Provincia in cui ricade il servizio urbano interessato, e la restante quota va intesa come sconto sulla tariffa del titolo di viaggio a carico dell’Azienda che lo ha emesso.\"


Oltre a questa integrazione bacinale, dove per bacino si intende l\'area corrispondente ad ogni singola provincia, si intende lavorare per un\'integrazione interbacinale che permetterebbe di includere come beneficiari dell\'iniziativa anche agli studenti universitari fuorisede e, in un secondo momento, i lavoratori. Proprio l\'estensione dello sconto anche ai lavoratori pendolari è stata oggetto di discussione, che ha visto d\'accordo sia i rappresentanti delle Provincie sia le aziende affidatarie dei servizi di trasporto pubblico locale.


Sempre Marcolini ha poi sottolineato l\'importanza dell\'integrazione modale, ovvero trasporti su gomma e su rotaia, che consentirà una maggiore efficienza del servizio, e ha ribadito gli impegni della Regione per iniziare o ultimare alcuni lavori tra cui la metropolitana aperta per Ancona, la Civitanova-Albacina e Ascoli-Porto d\'Ascoli.



PietroMarcolini

Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2010 alle 15:47 sul giornale del 21 gennaio 2010 - 1707 letture