counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'

Eco & Equo, premiati i migliori slogan delle scuole contro l\'abbandono dei rifiuti

2' di lettura
1689

Durante la rassegna Eco & Equo, l\'Assessore all\'Ambiente Marco Amagliani ha assegnato i premi \"Puliamo il Mondo\" ai migliori slogan contro l\'abbandono dei rifiuti proposti da scuole primarie del territorio marchigiano.



Nell\'ambito della Fiera Eco & Equo ad Ancona, sono stati assegnati i premi \"Puliamo il Mondo\" ai migliori slogan proposti da scuole primarie del territorio marchgiano. A consegnarli, nell\'iniziativa Comuni Ricicloni curata dalla Regione Marche, Legambiente Marche e ARPAM, giunta alla settima edizione, l\'Assessore Regionale all\'Ambiente Marco Amagliani.

La Regione ha messo a disposizione 800 Euro da assegnare, di cui 500 al primo arrivato, 200 al secondo e 100 al terzo.


\"La natura non vuole la spazzatura\": questo lo slogan vincitore, pensato dai ragazzi della 3 C della Scuola Primaria \"G.Rodari\" di Porto Sant\'Elpidio.

Il secondo premio è stato assegnato alla scuola dell\'infanzia \"Villa San Martino\" di Pesaro, assente alla premiazione per l\'età dei bambini troppo prematura per consentire agevoli spostamenti.

Il terzo premio, per lo slogan \"Io mi rifiuto di abbandonare i rifiuti. E tu?\", è stato assegnato alla Classe V della Scuola Primaria Capoluogo di Porto San Giorgio.


L\'Assessore Amagliani ha dichiarato: \"E\' un gioco questo, e come tale dobbiamo considerarlo. Da adulti non dobbiamo perdere però il bambino che è in noi. Quindi dobbiamo agire in modo diverso in un\'ottica educativa verso i giovani, e abbiamo scelto la strada degli slogan. Ringrazio tutti i partecipanti, compresi i docenti\".


I bambini sono anch\'essi intervenuti ponendo delle domande all\'Assessore, che ha risposto alla loro curiosità: \"I Comuni che fanno la raccolta differenziata nelle Marche? Sono 209 su un totale di 246, e il riciclo è iniziato ormai da una quindicina di anni. Nel 1996 la differenziata era al 3%, ora siamo circa al 30% e dobbiamo crescere.

Perchè non leviamo gli inceneritori? Noi nelle Marche non usiamo questa politica, ri-utilizziamo e quindi non abbiamo bisogno di bruciare. I bambini poveri? Questa Fiera ci dice che dobbiamo preservare questo Mondo, l\'unico che abbiamo, e preservare l\'ambiente, soprattutto quello di popolazioni più sfortunate di noi.


Se mi chiedete perchè abbiamo pensato a voi bambini per questa iniziativa, rispondo che questo tipo di lavoro di uso intelligente dei rifiuti lo dobbiamo fare tutti, ma a volte è più semplice arare un terreno fertile che uno già coltivato: intervenire sui bambini a quest\'età può dare risultati importanti a livello educativo\".







Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2009 alle 14:48 sul giornale del 30 novembre 2009 - 1689 letture