Rifiuti, firmato accordo di programma per la riduzione

3' di lettura 24/11/2009 - Nell\'ambito della settimana europea per la riduzione dei rifiuti, firmato l\'accordo di programma tra Regione, UnionCamere Marche, Anci Marche, Federambiente, Legambiente Marche e U.P.I Marche per la riduzione della produzione dei rifiuti

A Palazzo Raffaello ad Ancona, firmato l\'accordo di programma tra la Regione Marche, UnionCamere Marche, Federambiente, A.N.C.I Marche, U.P.I Marche e Legambiente Marche per la riduzione nella produzione dei rifiuti.


Il protocollo, di durata triennale, si inserisce nell\'ambito della settimana europea per la riduzione dei rifiuti, e prende atto della Direttiva 2008/98 CE in materia, del D. lgs. 152/2006 per la parte sulla gestione dei rifiuti, nonchè della L.R. 28/1999 che prevede la riduzione e il contenimento dei rifiuti e del Piano Regionale 284/99 sulla prevenzione.


Gli obiettivi individuati si sintetizzano in: individuazione e sperimentazione di iniziative per la riduzione dei rifiuti adottabili nel territorio regionale; diffusione tra i cittadini di informazione e sensibilizzazione al fine di ottenere effettivo contenimento nella produzione; scambio di esperienze e buone pratiche tra gli enti competenti; programmazione di iniziative sul territorio.

Obiettivi che le parti si impegnano a realizzare attraverso la costituzione di un Gruppo di lavoro - che sarà istituito entro 30 giorni dalla data della firma dell\'accordo - la predisposizione di un programma annuale per individuare le azioni da attivare e, infine, la stipula di protocolli di intesa tra soggetti locali interessati o di filiera per l\'attivazione di specifiche iniziative correlati ai bisogni emersi dalle realtà locali o di settore.


Per la Regione l\'Arch. Isarema Cioni: \"E\' un accordo importante che coinvolge gli attori del territorio protagonisti: se riduciamo i rifiuti al momento della produzione, cosa non semplice peraltro, otterremmo un gran risultato. Abbiamo pochi riscontri anche a livello europeo di iniziative del genere. Vogliamo produrre meno rifiuti, e che siano meno pericolosi\".


\"Siamo presenti perchè il nostro settore è fortemente interessato. In momenti di crisi generale come questo, ridurre i costi è basilare, e ridurre la produzione dei rifiuti va nella direzione di abbattimento degli stessi e mantenimento di quote di mercato\", afferma Giampaolo Giampaoli, Vicepresidente di Unioncamere Marche.


Mario Andrenacci, Presidente di A.N.C.I Marche e Sindaco di Porto San\'Elpidio: \"Sono dieci anni che realizziamo buone pratiche sui rifiuti, quindi non ci improvvisiamo certo con l\'accordo di oggi. Il quadro generale già avviato, di cui la raccolta differenziata è colonna portante, si arricchisce di ulteriori passi avanti\".


\"Dobbiamo perseguire la cultura della riduzione dei rifiuti\", dichiara Antonio Gitto per l\'U.P.I Marche, e sulla stessa lunghezza d\'onda Lino Secchi, del Direttivo nazionale di Federambiente: \"Ci impegnamo e seguire la direttiva europea in materia e a mettere in atto tutte le pratiche per la riduzione dei rifiuti, auspico inolte che si vada verso un ri-utilizzo dei rifiuti. Di per sè già la raccolta differenziata è uno strumento per la riduzione dei rifiuti\".


Conclude il Presidente di Legambiente Marche, Luigino Quarchioni: \"Oggi parte una sfida vera, forse la prima con queste caratteristiche in Italia. Realizzeremo un\'esperienza di valore non solo ambientale, ma economico e sociale. Economico, ritengo, perchè se la nostra missione come territorio marchigiano e ri-competere col Mondo, sono proprio sfide del genere ciò che dobbiamo affrontare.

Sociale, infine, perchè con iniziative che si inquadrano in programmi come questo, oppure come la raccolta differenziata in essere, noi contribuiamo a migliorare la qualità dei nostri territori e delle comunità\".












logoEV