counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Regione ed Aisla: misure concrete per il sostegno ai malati di sclerosi

2' di lettura
1485

L\'Assessore regionale alla Salute, Almerino Mezzolani, e il Presidente nazionale dell\'Aisla, Mario Melazzini, illustrano gli interventi della Regione a favore dei marchigiani affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica.

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla) è una grave malattia degenerativa che colpisce all\'incirca due persone ogni centomila abitanti. Nonostante la rarità dei casi, si tratta di una patalogia che comporta una progressiva degenerazione del sistema nervoso, e gli ultimi dati dimostrano che sempre più persone risultano ogni anno affette da questa malattia. La Regione Marche, nel corso di quest\'anno, ha firmato il 15 luglio scorso un importante protocollo d\'intesa con l\'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (Aisla), mediante il quale il servizio sanitario si impegna a farsi carico del paziente e a sostenere la famiglia.

Il percorso svolto dall\'Assessorato regionale alla Salute inizia a marzo, con il riconoscimento della Sla da un punto di vista legale e medico. Dopo aver elaborato una serie di linee guida insieme all\'Aisla, si arriva all\'ultima delibera (lo scorso 16 novembre), che prevede anche un contributo economico per la famiglia del paziente. \"L\'assegno di supporto\", ricorda il Presidente nazionale dell\'Aisla, Mario Melazzini, \"non deve essere inteso come una forma di carità o di risarcimento, ma va visto come un passo in avanti per riconoscere l\'attività dei familiari impegnati nell\'assistenza al malato\". Melazzini sottolinea anche l\'impegno e la sensibilità del servizio sanitario marchigiano, che \"sta lavorando molto bene, avendo costruito un percorso di linee guida che ora va applicato e fatto funzionare\".

L\'ultimo passo da fare, ricorda l\'Assessore regionale alla Salute, Almerino Mezzolani, riguarda la costituzione di \"un gruppo di monitoraggio regionale, che si occupi di controllare le varie fasi di assistenza ai malati di Sla e che faccia da stimolo per iniziative simili a queste che stiamo cercando di costruire insieme all\'Associazione\".



Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2009 alle 19:02 sul giornale del 24 novembre 2009 - 1485 letture