counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ECONOMIA
articolo

Eabes: vendere in periodi di crisi, chi sale e chi scende?

2' di lettura
7534

La crisi come si sa, impone un decremento dei consumi. La domanda che viene spontanea è come mai ci sono prodotti e servizi  distribuiti da aziende che pur essendo in un mondo sovraffollato primeggiano ed anziche’ retrocedere aumentano le loro quote di mercato ed i loro utili?

Che cosa fanno di cosi’ diverso e di cosi’ innovativo per ottenere questo successo ?

All’inizio questi Imprenditori avevano uno scopo chiaro e formulato, che nel corso degli anni si e plasmato ed evoluto nonostante le burrasche, ed i cicloni economici abbattutisi su di essi.

Avevano come scopo primario “SERVIRE” il “ CLIENTE” al quale per anni hanno costantemente chiesto cosa potesse fare la differenza per potergli DARE UN VANTAGGIO COMPETITIVO, la ricerca costante di un miglioramento, anche quando lo stesso dichiarava apertamente che era il massimo non si fermavano e dicevano a loro stessi, bene si puo’ migliorare e cosi’ via …..nel tempo.

Oggi possono permettersi di investire in ricerca innovazione ed hanno a disposizione risorse finanziarie tali da non battere ciglio e ricercare nel mondo del lavoro le persone migliori ed attrarle verso la loro azienda

Ma questo non basta: è una condizione sufficiente , importante ma non l’unica.

Queste aziende hanno creato rapporti completamente diversi da quelli che noi oggi chiamiamo rapporti fra Cliente e Fornitore. Hanno creato rapporti di vera e sincera AMICIZIA di natura Aziendale e Commerciale, del tipo “ SONO QUI’ PER IL SEMPLICE MOTIVO DI DARTI COSTANTEMENTE UN VANTAGGIO CON I MIEI PRODOTTI E SERVIZI IL MIO SCOPO PRIMARIO E’ QUELLO DI DIVENTARE UN TUO PARTNER”.

Potete farvi queste domande?
· La mia azienda ha queste caratteristiche?
· I miei collaboratori pensano in questo modo ?
· Le strategie commerciali e di Marketing hanno soltanto uno slogan o rappresentano effettivamente quanto diciamo di fare produrre e servire ?

Provate a chiedere ai Vostri clienti perché ancora comprano da Voi e chiedete a chi non compra piu’ da voi perche’ ha cambiato fornitore, ma non accontentatevi di una risposta sociale che nella maggior parte dei casi e’ quella che ci piace sentirsi dire , che ci fa comodo che faccia si che non ci si metta in discussione.

Vediamo quali cose avete “ SMESSO di FARE “ ed avete preso “ ABITUDINI CONTRARIE “

1. Ci credete ancora nel sogno che avevate quando siete partiti?
2. Credete ancora in voi stessi e nei vostri mezzi ed abilita’ come all’inizio dell’impresa ?
3. Avete ancora dei Valori da condividere con i Vs. Uomini?
4. Avete ancora una Meta da comunicare e condividere con i tuoi Uomini ?
5. Le decisioni sono veloci ed efficaci come un tempo ? oppure e’ meglio aspettare che passi questo momento poi decideremo ?

Vedremo cosa fare per… cambiare abitudini…


Questo è un articolo pubblicato il 21-11-2009 alle 19:57 sul giornale del 23 novembre 2009 - 7534 letture