counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CULTURA

Ancona, tributo all\'Otello prodotto dal Teatro Stabile delle Marche

3' di lettura
1084

Ancona, con un aperitivo ieri mattina nel ristorante \'Stockfish\' le Autorità hanno celebrato la messa in scena al Teatro Sperimentale di \"Otello\" di William Shakespeare, una coproduzione guidata dal Teatro Stabile delle Marche. Il Sindaco Gramillano: \"Esperienza emozionante da spettatore. L\'Amministrazione continuerà a essere vicina allo Stabile delle Marche\"

Ieri mattina al ristorante \'Stockfish\' di Ancona aperitivo di saluto alla messa in scena al Teatro Sperimentale dell\' \'Otello\' di William Shakespeare, una coproduzione del Teatro Stabile delle Marche, del Teatro Eliseo di Roma e del Teatro Nuovo di Napoli.


Ora lo spettacolo lascia il capoluogo per la tournée nazionale in programma fino alla fine del prossimo Febbraio, ma toccherà nuovamente le Marche il 1 Dicembre prossimo (San Benedetto del Tronto, Teatro della Concordia), il 2 e 3 Dicembre (Macerata, Teatro Lauro Rossi), e 4-6 Dicembre (Pesaro, Teatro Rossini).


\"L\'esito dello spettacolo è stato strepitoso, abbiamo avuto tanto pubblico ed è scattato il meccanismo del passaparola\", esordisce il Direttore dello Stabile delle Marche, Raimondo Arcolai, per poi proseguire: \"L\'Amministrazione si è dimostrata vicina a noi, una vicinanza che se continuerà anche in futuro porterà a risultati ancora esaltanti\".


Invito ripreso dal Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano: \"Saremo vicini al Teatro Stabile, lo assicuro. Ringrazio Arcolai per aver saputo mettere in scena una serie di veri e propri eventi in questi mesi. Sono certo che il neo Assessore alla Cultura qui presente oggi saprà dare un ulteriore input non solo per attirare le persone a teatro, ma anche per far conoscere Ancona e il Teatro Stabile delle Marche.

Quanto all\' \'Otello\', devo dire che è stato molto emozionante assistervi, anche per l\'opportunità che mi avete concesso di potermi sedere in mezzo alla gente comune, ai cittadini. Uno spettacolo che mi ha suscitato la sensazione simile a quella di leggere un libro\".


Andrea Nobili, fresco Assessore alla Cultura del Comune di Ancona: \"Sono felice di aver iniziato il mio mandato potendo assistere a questo spettacolo, sono un fan del regista Arturo Cirillo. Questo fine settimana è stato molto significativo: la città era un fervore di eventi culturali, da quello per l\'Africa alle Muse, con relativo concerto, ai Canti Gregoriani in Duomo fino al rinnovarsi degli aperitivi con musica al Mercato delle erbe. Chiedo collaborazione ai media per diffondere questo messaggio, ovvero che ad Ancona accadono cose e c\'è una variegata offerta di eventi culturali\".


Arturo Cirillo, il regista dell\' opera, conclude: \"Sono onorato delle parole di stima nei miei confronti e felice che uno spettacolo bello sia un segno e un aiuto ad una struttura pubblica, quale il Teatro Stabile. Uno spettacolo, aggiungo, poco costoso, anzi probabilmente il più piccolo Shakespeare portato in scena in Italia, con i soli otto attori a comporre i personaggi della storia: sono orgoglioso di questo fare teatro \'artigianale\'. Il nostro lavoro è una coproduzione, sì, ma fortemente connotata dall\'impronta dello Stabile delle Marche. La vostra Regione ha intrapreso un percorso importante, se pensiamo alla qualità degli spettacoli che popolano i cartelloni delle stagioni\".







Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2009 alle 13:37 sul giornale del 16 novembre 2009 - 1084 letture