counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

\'Chi si offre volontario?\', il Csv ha festeggiato i 10 anni del progetto scuola

4' di lettura
877

incontro Chi si offre volontario?

Nel decennale del progetto-scuola, il Centro servizi volontariato ha presentato sabato al Liceo Galilei di Ancona percorsi e risultati di quest’esperienza, raccolti in un volume.

Scoprire che fare volontariato fa bene agli altri e anche a se stessi, che rendersi utili gratifica e dà soddisfazione, che nelle associazioni si incontrano amici e ci si diverte pure, che diventare volontari fa sperimentare relazioni vere e aiuta a crescere. Si è parlato di questo e tanto altro sabato all’Aula magna del liceo Galilei di Ancona gremita di studenti per il convegno “Chi si offre volontario?”, promosso dal Centro servizi per il volontariato delle Marche, con il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale, per fare il punto su percorsi e risultati del progetto-scuola, con cui il Csv è impegnato da dieci anni a promuovere la cultura del volontariato e della solidarietà nelle giovani generazioni, entrando nelle scuole marchigiane e favorendo l’incontro tra studenti e associazioni del territorio.



Con l’occasione è stata presentata e distribuita anche l’ultima pubblicazione, edita dal Csv, in cui sono raccolti proprio contenuti, esempi e numeri di “Mr. Cittadino”, il progetto per le scuole primarie e secondarie di primo grado e di “Volontaria…mente”, per le scuole secondarie di secondo grado, dall’anno scolastico 2005/06 ad oggi. All’incontro, al quale sono intervenuti il preside del Galilei Bruno Ippoliti, il Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano, la vice-presidente dell’Avm-Csv Marche Francesca Matacena, Paola Martinelli dell’Ufficio scolastico regionale e Cristina Giorgini, responsabile area promozione Csv, hanno partecipato oltre centoventi studenti provenienti da diversi istituti superiori della regione (liceo “Galilei” - Ancona, Istituto “Corridoni” – Civitanova Marche, liceo “Orsini” - Ascoli Piceno, liceo “Rosetti” - San Benedetto del Tronto) che hanno aderito ai progetti del Csv e diverse associazioni di volontariato del territorio. “I nostri progetti nascono dalla sinergia tra mondo del volontariato e delle istituzioni scolastiche – ha spiegato Francesca Matacena – per educare al volontariato come impegno alla solidarietà, sensibilizzare ai valori della sussidiarietà e della gratuità, perché ciò significa investire nella crescita di cittadini attivi e responsabili”.



“E’ importante che le scuole facciano questo tipo di lavoro – ha detto Gramillano, intervenendo in veste di Sindaco proprio nel liceo di cui è stato preside fino ad alcuni mesi fa – e che le associazioni diano gli stimoli giusti perché i ragazzi siano chiamati ad attivarsi. Anche come amministrazione vogliamo andare in questa stessa direzione, verso la crescita di tutti e il miglioramento delle condizioni di chi è in difficoltà”. La giornata è poi entrata nel vivo con le vivaci testimonianze di due giovani che, proprio grazie al progetto scuola del Csv, hanno fatto esperienza di volontariato e hanno poi proseguito coinvolgendosi in prima persona all’interno delle associazioni. Alessandro Paci de La Città della gioia di Pesaro si è raccontato alle prese con l’esperienza da volontario in una casa di accoglienza per senza dimora, Laura Bassetti di Ascoliequosolidale ha invece ripercorso il suo incontro con l’associazione: “Quando ero ancora alle superiori – ha raccontato - un giorno venne in classe un operatore del Csv a parlarci del progetto Volontaria…mente. Sono rimasta particolarmente colpita da Ascoliequosolidale, ho fatto lo stage e alla fine sono rimasta come volontaria.



Mi sono sentita accolta e non sono più andata via, ho capito che l’associazione aveva bisogno di me, ma anche io di loro. Oggi, a distanza di un po’ di anni, sono un’operatrice dello stesso progetto e vado io nelle classi a promuovere quest’esperienza e la mia associazione”. Particolarmente efficace è stata anche la proiezione di due video, curati dal Csv, con interviste realizzate nell’ambito del progetto “Mr. Cittadino” e di “Volontaria…mente - Convivenza e servizio” , un’esperienza, quest’ultima, che da qualche anno coinvolge alcuni classi del liceo Galilei in un breve periodo di convivenza alternata a momenti di “servizio”, inteso come volontariato presso associazioni della zona, e come impegno personale dei partecipanti per far funzionare la vita collettiva.



Un’attività, quella del Csv nelle scuole, che è andata crescendo negli anni, consolidandosi in due progetti specifici: “Mr. Cittadino”, per le scuole primarie e secondarie di primo grado e “Volontaria…mente”, per le scuole secondarie di secondo grado, che attraverso attività differenti a seconda delle età degli studenti, propongono i valori della solidarietà, della gratuità e del volontariato come modello di riferimento, con l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani a una cittadinanza attiva e responsabile e coinvolgerli in attività solidali. Nella regione, nell’anno scolastico 2008/09, “Mr. Cittadino” ha visto l’adesione di 68 scuole primarie e secondarie di primo grado, con il coinvolgimento di più di 6.400 bambini e ragazzi e oltre 100 organizzazioni di volontariato; “Volontaria…Mente” invece, ha coinvolto 475 classi, 102 istituti e 319 associazioni, con più di 8.200 giovani che hanno partecipato alle attività formative e circa 2.500 studenti che hanno scelto di impegnarsi in stage presso le associazioni.





incontro Chi si offre volontario?

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2009 alle 16:19 sul giornale del 10 novembre 2009 - 877 letture