counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Cna e Confartigianato: fondamentale il rifinanziamento dei fondi di garanzia

2' di lettura
730

Ulteriori risorse da destinare al Fondo Unico per le attività produttive, secondo le associazioni artigiani, potrebbero trovarsi razionalizzando ulteriormente i servizi sanitari.

Manovra economica regionale per il 2010, un giudizio complessivamente positivo arriva dalle associazioni artigiane, che ritengono fondamentale il rifinanziamento dei Fondi di garanzia per l’accesso al credito delle piccole imprese “in un momento” sostengono Cna e Confartigianato “nel quale gli aspetti più drammatici della crisi riguardano proprio l’interruzione del sistema dei pagamenti e la stretta creditizia da parte delle banche.



Per garantire la liquidità necessaria alle sopravvivenza delle imprese nei prossimi mesi, è indispensabile la piena operatività dei Consorzi Fidi attraverso finanziamenti adeguati. A questa necessità la manovra finanziaria della Regione fornisce risposte adeguate così come all’emergenza occupazione. Agli oltre 15 mila dipendenti di imprese artigiane per i quali le aziende hanno chiesto nel 2009 la cassa integrazione in deroga, andava data una risposta. Con gli stanziamenti per gli ammortizzatori sociali in deroga, i contratti di solidarietà e quelli per il reinserimento e la formazione dei lavoratori, la Regione dimostra di farsi carico di questo problema, aiutando imprese e lavoratori a resistere ai colpi di coda della crisi”.



Nel confermare il giudizio positivo per l’intervento sull’aliquota Irap regionale, Confartigianato e Cna prendono atto che il Bilancio regionale è sotto controllo ma ritengono che, migliorando l’efficienza e razionalizzando ulteriormente i servizi, dalla sanità possano arrivare ulteriori risparmi, “che dovranno essere finalizzati all’incremento del Fondo Unico per le attività produttive, soprattutto per finanziare l’Artigiancassa a partire da quest’anno”. Infine le associazioni artigiane chiedono al Presidente Spacca ed alla Regione Marche, di essere coinvolti, insieme ai sindacati, nella gestione dell’accordo sull’assistenza ad anziani e disabili e sull’abbattimento delle rette per gli anziani ospiti delle residenze protette, “tendendo conto della nostra rappresentatività tra i pensionati artigiani. Cna e Confartigianato ne associano infatti più di 35 mila in tutto il territorio regionale”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-11-2009 alle 15:54 sul giornale del 05 novembre 2009 - 730 letture