counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Riunione dei sindaci, preoccupazioni sul rigassificatore

2' di lettura
2648

Si è svolta martedì pomeriggio a Numana l'assemblea pubblica indetta dal comitato “Rigassificatore no grazie” per discutere dell'impianto off-shore del gruppo Gdf-Suez che potrebbe essere realizzato a largo di Porto Recanati. Sindaci, amministratori e cittadini si sono riuniti presso la sala consiliare per approfondire la questione.

Erano presenti, oltre al padrone di casa Marzio Carletti, i sindaci di Sirolo, Camerano, Loreto, Porto Recanati, assessori di Castelfidardo, Recanati, Potenza Picena, una rappresentanza di Ancona e il presidente dell'Ente Parco del Conero Lanfranco Giacchetti. Il rigassificatore della discordia ha scatenato fin da subito un vivace scambio di idee, anche perchè non sono voluti mancare all'incontro i rappresentanti locali del gruppo franco-belga Gdf-Suez, tra i leader mondiali nel campo dell'energia. Il comitato presieduto da Anna Maria Ragaini, per introdurre il dibattito, ha chiesto l'intervento del giovane ricercatore del dipartimento di Ingegneria della Politecnica Petro Feliciotti che ha illustrato ai presenti alcune slide sui possibili rischi dovuti alla rigassificazione di Gnl (gas naturale liquido).

Duro l'intervento del sindaco sirolese Moreno Misiti che ha lanciato un appello: “Dobbiamo unirci al più presto, mentre siamo qui a discutere il progetto sta per essere approvato”. Anche il presidente dell'Ente Parco Giacchetti ha chiesto garanzie sull'impatto ambientale e turistico, ribadendo che se si fosse costituito il Parco Marino, i Comuni adesso avrebbero maggiore peso politico. Andrea Galieti, responsabile business development della Gdf-Suez, ha provato a rassicurare i presenti: “Lo studio sul rigassificatore verrà vagliato da apposite commissioni tecniche ministeriali -ha detto- la sicurezza è la nostra priorità. Siamo contenti si sia aperto un dialogo, auspichiamo che la documentazione prodotta da Porto Recanati venga consultata da tutti per una maggiore informazione”.



Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2009 alle 03:08 sul giornale del 04 novembre 2009 - 2648 letture