Apprendimento permanente, nelle Marche continua la raccolta firme

1' di lettura 30/10/2009 -

Il sindacato Cgil, Flc Cgil, Spi (sindacato pensionati) e Auser (associazione di volontariato della Cgil) ha organizzato una raccolta firme per presentare in Parlamento una proposta di legge popolare per l'apprendimento permanente. Nella nostra regione, da settembre a oggi, sono state già raccolte tremila firme e si conta di triplicare il numero entro Natale.




La legge punta a introdurre un sistema nazionale per consentire a ogni cittadino di intraprendere percorsi formativi lungo tutto il corso della vita -ha spiegato venerdì presso la sede Cgil della Baraccola Fabrizio Da Crema, responsabile nazionale del Dipartimento Cgil Formazione e ricerca- superando il ritardo italiano dovuto a livelli di istruzione tra i più bassi d'Europa”. Da qui l'importanza dell'apprendimento permanente come passaporto per la democrazia e motore di sviluppo.

Tra i firmatari della petizione nelle Marche ci sono il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, il fotografo Mario Pondero, il rettore dell’ateneo urbinate Stefano Pivato, il preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Macerata Francesco Adornato. La provincia dove è stato raccolto il maggior numero di firme è Pesaro con 1150 firme; seguono Macerata con 835, Ancona con 750, Fermo con 400 e Ascoli Piceno con 310. Nella proposta di legge sono contenuti vantaggi fiscali per i frequentatori e anche l’aumento delle ore retribuite per i lavoratori dipendenti che andranno in formazione con un minimo di 30 ore.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2009 alle 17:46 sul giornale del 31 ottobre 2009 - 1448 letture

In questo articolo si parla di politica, ilaria traditi, flc-cgil, apprendimento permanente, tonino guerra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JoX