Fano-Grosseto, parte la raccolta di firme

matteo ricci 2' di lettura 29/10/2009 - Fronte comune per la Fano-Grosseto. Giovedì mattina, a Mercatello sul Metauro, è stato raggiunto per la prima volta un accordo bipartisan tra i rappresentanti del consiglio provinciale per il completamento della grande infrastruttura viaria, ritenuta \"strategica via di comunicazione\" e \"determinante per le attività economiche, la capacità competitiva e la crescita del territorio provinciale\".

Nel palazzo del Comune si sono dati simbolicamente appuntamento il presidente della Provincia Matteo Ricci, l’assessore ai Lavori pubblici Massimo Galuzzi e i componenti della quinta commissione Lavori pubblici del Consiglio provinciale per fare il punto sulle politiche da attuare per il completamento della grande infrastruttura viaria. Con loro anche il sindaco Giovanni Pistola e gli amministratori della valle del Metauro.


E l’unità d’intenti è confluita nella predisposizione di un documento condiviso per sollecitare la realizzazione dell’opera, da presentare al Governo con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati. Primi firmatari del testo il presidente della Provincia Matteo Ricci, il presidente della commissione consiliare Giuseppe Magnanelli (Pd) e i consiglieri Roberto Giannotti (Pdl), Vladimiro Perlini (Pdl), Domenico Papi (Pd), Gaetano Vergari (Sinistra e socialismo) e Daniele Tagliolini (Pd). \"Ho riscontrato l’impegno unitario di tutti - ha detto il presidente della commissione Lavori pubblici Giuseppe Magnanelli -. Occorre passare dalle parole ai fatti: con questa piattaforma programmatica iniziamo un cammino forte e condiviso\". Ora la sottoscrizione sarà presto allargata ai capigruppo consiliari, consiglieri provinciali, sindaci e amministratori di enti locali, parlamentari e consiglieri regionali, forze politiche e sociali, associazioni di categoria, ordini professionali e organizzazioni del territorio.


\"Riteniamo indispensabile – si legge nel testo – che il Governo acceleri le procedure per il completamento dell’opera, eventualmente anche per stralci funzionali, ad iniziare dalla realizzazione del lotto 10 (S.Stefano di Gaifa – Bretella di Urbino) e dalla funzionalità della Galleria della Guinza (Galleria Canne, completamento terzo lotto e realizzazione del quarto lotto e del primo lotto, versante Umbria). Un’azione non più rinviabile per superare l’ormai inammissibile stato di incompiuta e procedere alla realizzazione dell’intero collegamento\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2009 alle 15:15 sul giornale del 30 ottobre 2009 - 741 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, matteo ricci, Provincia di Pesaro ed Urbino





logoEV