Senigallia: Europa e non solo, studenti da tutto il mondo si incontrano

2' di lettura 26/10/2009 - Quarta edizione per “Europa e non solo, dialogo intorno ai confini”, l’evento per le scuole per educare alla cittadinanza attiva. Lunedì mattina a Senigallia, al teatro la Fenice, c’erano oltre seicento ragazzi provenienti da 26 paesi, per confrontarsi, dialogare e riflettere attorno a valori universali dell’uomo.

Principi che sono stati riassunti dal presidente della Regione, Gian Mario Spacca, nel suo saluto di benvenuto ai giovani: “Pace, giustizia, libertà, solidarietà. Sono i fondamenti della cittadinanza e dell’agire comune. Il confronto di oggi insieme a voi giovani – ha detto Spacca, che è membro dell’assemblea Euromediterranea del Comitato delle Regioni e vicepresidente Alde (Allliance des Démocrates et des Libéraux pour l’Europe) - apre ad un percorso nuovo di innovazione e prospettive che arricchisce il futuro della comunità. Abbiamo bisogno del contributo di idee per una nuova capacità di discernimento delle realtà, per saper leggere gli eventi del mondo e interpretarli, superando le barriere e i confini che non sono solo geografici. Per riconfermare sempre i principi base della convivenza e della responsabilità”.


Al tavolo col presidente Spacca, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Antonio Coccimiglio, il sindaco di Senigallia, Luana Angeloni e Kent Johanson, rappresentante del Comitato delle Regioni. La manifestazione “Europa e non solo”, sul tema quest’anno “La luce e l’ombra”, è promossa dalla Direzione scolastica regionale, in collaborazione con la Regione e il Comitato delle Regioni di Bruxelles. E’ rivolta a studenti, docenti, genitori, personale scolastico e a delegazioni di Stati extraeuropei, dell’area dei Balcani, dell’area del Mediterraneo e del Nord Africa.


“E’ l’occasione – specificano gli organizzatori - per pensare un’idea di cittadinanza che valga a superare i confini; sentirsi, allo stesso modo, ospiti del mondo; riconoscere una comune umanità; riflettere sulla vita civile e le virtù civiche; conoscere le emozioni che accompagnano la vita di un cittadino, la propria patria e il mondo”. E’ poi l’occasione di far conoscere il ruolo del Comitato delle Regioni in Europa e in particolare nei Paesi di interesse della Commissione Relazioni esterne del Comitato delle Regioni. Nell’ambito del programma, il seminario sui temi della protezione civile, “Osiride e Iside” che rappresenterà la conclusione del percorso Alcesti, realizzato insieme ad istituti scolastici marchigiani e argentini la cui delegazione è presente a Senigallia. Nel pomeriggio di oggi, poi, il seminario su \"Gli amici che sanno, ma che non dicono...I diritti degli animali e i doveri dell\'uomo” realizzato dal servizio Ambiente della Regione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2009 alle 15:10 sul giornale del 27 ottobre 2009 - 691 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche