counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'

Regione, al via il Libretto sanitario sportivo telematico

2' di lettura
2201

Regione, arriva una doppia novità a servizio degli sportivi: il Libretto Sanitario Sportivo e il Registro epidemiologico delle patologie legate all\'attività sportiva.

Parte a livello regionale una novità rilevante per tutti gli appassionati di sport sia a livello amatoriale che professionistico: l\'istituzione del Registro Regionale Informatico Centralizzato delle Idoneità Sportive. Esso conterrà il Libretto sanitario sportivo e il Registro Epidemiologico delle patologie legate all\'attività sportiva agonistica. Accesso in modalità web.


Il Dott. Francesco Di Matteo, responsabile Medicina dello Sport per l\'Asur Marche, Z.T 7 - Ancona, illustra: \"Ci adeguiamo al cambiamento che la Medicina dello Sport ha vissuto negli ultimi anni. Non più solo mezzo per l\'ottenimento di certificati di idoneità all\'esercizio dell\'attività sportiva, ma anche strumento di prevenzione di patologie primarie e secondarie croniche non trasmissibili e sensibili al trattamento con l\'attività motoria; di promozione dell\'attività fisica e in generale di stili di vita salutari; infine di vigilanza e controllo. Il riferimento normativo da cui siamo partiti è stata la delibera 1438/2007, che ha istituito il Registro e il Libretto Sanitario sportivo, applicandolo su scala regionale. Siamo gli unici in Italia a esserci dotati di questi mezzi, da tempo oggetto di esortazione da parte del Ministero. Ci tengo a sottolineare che una parte non secondaria del progetto è costituita dal Registro epidemiologico delle patologie connesse all\'attività sportiva. L\'accesso via web sarà sicuro e garantito: l\'atleta sarà identificato col codice fiscale\".



\"Infatti l\'accesso al Registro non è pubblico: solo gli atleti, le famiglie e pochi autorizzati lo avranno. Se un atleta risulterà dal Registro sarà idoneo, altrimenti se non risulterà non sarà idoneo\", spiega il Dott. Patrizio Bacchetta, responsabile \'PO rischi per la collettività\' nella PF Sanità Pubblica della Regione Marche, che prosegue: \"Esso inoltre assolverà a due funzioni fondamentali quali verificare i centri che rilasciano i certificati di idoneità e verificare soprattutto la qualità delle certificazioni. Tutti gli enti tenuti per legge a rilasciarle, dovranno confrontarsi obbligatoriamente col portale che abbiamo creato. Un portale che ci consentirà di continuare quella strategia di prevenzione che ormai da tempo assegniamo allo sport: da quando il servizio obbligatorio di leva è stato soppresso c\'è tutta la fascia di popolazione giovane che risulta potenzialmente scoperta da un\'attività di prevenzione pubblica generalizzata dalle patologie. Seguendo la delibera 1438/2007 abbiamo messo ordine nella legislazione, che risultava un pò criptica dal combinato della l. 33/1994 e della l. 20/2000\".


www.marcheinsalute.it


La brochure informativa del progetto è scaricabile all\'indirizzo:

http://217.58.15.151/WebWinners/Documentazione/


Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2009 alle 15:13 sul giornale del 27 ottobre 2009 - 2201 letture