Donati: consistente passo in avanti per le politiche in direzione dei giovani

Sandro Donati 2' di lettura 22/10/2009 - “Un altro, consistente, passo in avanti per le politiche in direzione dei giovani della nostra Regione”, e’ questo il commento dell’assessore alle Politiche giovanili, Sandro Donati, alla sottoscrizione del Protocollo di Riprogrammazione dell’Accordo di Programma Quadro (A.P.Q.) “Giovani Ri-cercatori di senso”.

La sottoscrizione del protocollo, avvenuta ieri, è l’atto finale di un complesso percorso di concertazione, dapprima con i rappresentanti del territorio e poi con i dipartimenti ministeriali coinvolti, quello della Gioventù e quello dello Sviluppo Economico. Partendo dall’Accordo stipulato nel 2007 finalizzato alla realizzazione di un ampio programma di interventi rivolti ai giovani marchigiani per favorire il loro protagonismo sociale e valorizzare la loro creatività, la Regione Marcheha evidenziato la necessità di una riprogrammazione delle risorse e degli interventi a seguito di una valutazione effettuata sullo stato di avanzamento dei progetti della sussistenza delle necessarie condizioni tecnico-finanziarie per quelli programmati.



La riprogrammazione è stata concertata e condivisa con Anci, Upi e Province e prevede la possibilità di un riequilibrio delle risorse nei territori provinciali e la rimodulazione e la sostituzione dei progetti con interventi ritenuti capaci di coinvolgere e mobilitare i giovani marchigiani e di rappresentarne le istanze più significative e coerenti con la filosofia e gli obiettivi dell’APQ. Si tratta di un totale di 56 interventi, tra quelli già avviati e quelli ancora da avviare, alcuni a titolarità regionale mentre la maggior parte distribuiti uniformemente sul territorio, per un ammontare complessivo di più di 7.000.000 di Euro suddivisi tra risorse statali e regionali e risorse a titolo di cofinanziamento dei soggetti attuatori che, come previsto, debbono avere la qualifica di ente pubblico.



Una programmazione che spazia lungo le forme di espressione più diffuse tra le giovani generazioni: dalla musica al cinema, dalla grafica alla fotografia, dalla pittura alla scultura e dal teatro allo sport, tutte riassunte in tante iniziative diverse frutto della fantasia e del fermento culturale che i giovani riescono ad attivare. Sono progetti che facendo leva sulle energie più vitali e sulle risorse più dinamiche del territorio, hanno tutte le credenziali per poter incidere e rilanciare lo sviluppo economico-sociale delle Marche, promuovendo al contempo rapporti di collaborazione fra le istituzioni e le realtà che si occupano dei giovani sul territorio. “Tutto ciò - afferma Donati - è un’ulteriore dimostrazione che la Regione continua ad investire sui giovani, sulla loro creatività e sulle loro capacità di rendere la nostra società sempre più reattiva, aperta e plurale. In un periodo di crisi economica, sociale, culturale e anche morale, valorizzare il talento dei giovani può essere davvero la chiave di volta per favorire l’innovazione e guardare con fiducia al futuro”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2009 alle 17:04 sul giornale del 23 ottobre 2009 - 702 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche





logoEV