Infortuni sul lavoro, Inail presenta il rapporto regionale 2008

2' di lettura 21/10/2009 -

Presentato martedì il rapporto annuale Inail sugli infortuni nei luoghi di lavoro. La bella notizia è che nel 2008 gli infortuni nella nostra regione sono complessivamente diminuiti, in linea con il dato nazionale, passando da 32.178 del 2007 a 30.415 (-5,5%).




Di questi 3601 si sono verificati “in itinere”, nel percorso casa-lavoro-casa. Scende anche il numero degli incidenti mortali, 25 nel 2008 contro i 32 del 2007. Però il dato riguardante i lavoratori stranieri mostra un decremento molto più modesto: nel 2007 sono stati 5966 i lavoratori immigrati infortunati nelle Marche, nel 2008 5797 (-2,8%). In lieve controtendenza anche l\'andamento delle malattie professionali, aumentate a livello nazionale dell\'11,7% ma leggermente diminuite nelle Marche. “Investire in sicurezza è utile e opportuno -ha ricordato il direttore regionale Inail Bruno Adinolfi- avvalendosi dell\'aiuto delle nuove tecnologie e dei processi di innovazione nelle aziende”. La provincia che registra il calo più sensibile è quella di Macerata, con una diminuzione del 9,5%, seguita da Ascoli (-5,1%). In coda Ancona (-4,5%) e Pesaro (-3,9%). I dati sono stati presentati dal dirigente regionale vicario Giuseppe Mariotti presso la sede Inail di Ancona.


E\' emerso come le Marche siano all\'ottavo posto nella graduatoria nazionale per indice di frequenza infortunistica, un risultato lusinghiero se pensiamo che nel 2002 la nostra regione era al secondo posto in Italia per numero di infortuni sul lavoro. Il più alto livello di rischiosità riguarda ancora una volta il settore delle costruzioni e dell\'edilizia. La presentazione del Rapporto annuale è stata incentrata sulle “patologie da lavoro”, in forte espansione a ancora poco conosciute. Giuseppe Abbritti presidente società italiana medicina del Lavoro, ha mostrato alcune immagini a partire dagli anni \'60 fino ai giorni nostri affermando come oggi siano aumentate le patologie muscolo-scheletriche (come la sindrome del tunnel carpale). In aumento anche i tumori e le patologie emergenti come la “sindrome da edificio malato” legate all\'attività indoor e l\'onnipresente stress. A concludere i lavori il Rettore della Politecnica Marco Pacetti che ha parlato di “Capitale umano e prevenzione”.






Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2009 alle 10:59 sul giornale del 22 ottobre 2009 - 1036 letture

In questo articolo si parla di attualità, inail, infortuni sul lavoro, bruno adinolfi





logoEV