counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Donne, politica, istituzione: inaugurazione con la violenza sulle donne

3' di lettura
717

Cerimonia inaugurale per il corso “Donne, politica, istituzioni”, che da oggi fino al 4 dicembre si terrà ogni venerdì nella sede della Regione.

E’ la quinta ed ultima edizione di un programma promosso dal dipartimento Pari opportunità del Consiglio dei Ministri e realizzato dall’Università di Camerino, con la collaborazione della Regione Marche. Si rivolge a donne e uomini, attua percorsi formativi per promuovere la cultura di genere e delle pari opportunità.


“Fornisce gli elementi fondamentali per un impegno politico e istituzionale – afferma l’assessore alle Pari opportunità, Stefania Benatti- Affrontando diverse tematiche di natura giuridica, sociale e storica, il corso offre strumenti per impegnarsi sia in politica che nelle istituzioni. La nostra regione – prosegue Benatti - è molto attiva, abbiamo una specifica legge sulla legalità, le scuole offrono metodi per conoscere quelli che sono i principi della cittadinanza attiva”. Ma c’è ancora da fare, soprattutto per gli adulti, per dare sostegno a chi è impegnato da anni: “mancano quelli che erano i luoghi di formazione, come i partiti, il mondo dell’associazionismo o il mondo ecclesiale – aggiunge l’assessore - oggi c’è distacco dalla politica e società. Occorrono occasioni di riflessione come quello di oggi dove non si fa politica urlata ma si riflette sul cammino della democrazia”.


Il programma del corso è di 70 ore per una serie di materie, dalla sociologia alla giurisprudenza, che forniscono elementi conosciutivi da utilizzare nel lavoro e nello studio. “Un modo ormai consolidato dall’esperienza – dice la coordinatrice scientifica del Corso, Patrizia David , dell’Università di Camerino - per avvicinare donne e uomini a tematiche di cui si parla poco o in modo superficiale. E’ frequentato da giovani e non, da chi lavora e chi studia, un interesse variegato per un gruppo di una settantina di persone che poi acquisiscono elementi per creare reti e iniziative”. Il percorso formativo, che da Camerino si è poi tenuto ad Ascoli Piceno, a Senigallia e Fano, ha l’obiettivo di porre all’attenzione le tappe più importanti delle principali trasformazioni economiche, sociali, istituzionali che attraversano il paese, nel quale la disuguaglianza tra uomini e donne ha radici profonde. La cerimonia di apertura, in una sala gremita, è stata dedicata alla violenza contro le donne. Al tavolo ne hanno discusso, oltre all’assessore e Patrizia David, la presidente dell’Associazione ‘Donne e Giustizia’, Miryam Fugaro, e Antonella Andreoni, responsabile relazioni esterne Cooperativa ‘La Gemma’.


La violenza è un problema per cui la Regione si è impegnata fortemente per gran parte della legislatura, ha detto Benatti. “Un tema scelto oggi per raccontare come abbiamo cercato di costruire l’altra politica, una modalità diversa di rapportarsi con le istituzioni e produrre effetti partendo da un problema reale e grave che va gestito passo dopo passo. Dalla legge, all’insediamento del forum per il monitoraggio, la costituzione dei centri antiviolenza, fino alla verifica continua sul territorio: “si sta consolidando una rete che funziona, un esempio di politica al femminile per un lavoro corale che aiuta la collettività”, ha concluso Benatti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2009 alle 14:13 sul giornale del 17 ottobre 2009 - 717 letture