Un corso per la formazione e l\'affiancamento delle imprese artigiane

artigianato 2' di lettura 14/10/2009 - Si è tenuta in Regione una conferenza stampa relativa al progetto di formazione e affiancamento per imprese artigiane, previsto dalla Convenzione Ice/Regione Marche.

Obiettivo del progetto formativo è quello di sviluppare le competenze e le conoscenze per valutare le opportunità di internazionalizzazione delle aziende ed orientarne le relative scelte imprenditoriali. Hanno partecipato l’assessore all’Artigianato, Fabio Badiali , il direttore dell’Istituto per il commercio estero (Ice) di Ancona, Adriano Massone, il segretario regionale di Confartigianato Marche, Giorgio Cippitelli, il responsabile internazionalizzazione di Cna Marche, Emilio Berionni.


“Tutto ciò che mette in relazione attività produttive, internazionalizzazione e formazione va accolto con favore – ha detto Badiali – perché fornisce gli strumenti per competere efficacemente sui mercati internazionali. Il progetto di formazione pensato con l’Istituto per il commercio estero è un mezzo per permettere anche alle aziende artigiane di internazionalizzarsi. Importante che queste siano del settore tessile abbigliamento calzature e accessori, quel settore moda tanto importante per l’economia regionale che se adeguatamente valorizzato ha tutti i numeri per continuare ad essere vincente. Le informazioni sulla realtà dei mercati esteri sono un pre requisito per poter operare su quegli stessi mercati, servono poi professionalità specifiche e le iniziative studiate con l’Ice e con le associazioni di categoria, come quella per portare l’ eccellenza artigiana all’estero, vanno in questa direzione”.


Diciannove le aziende che parteciperanno al corso a partire dal prossimo trenta ottobre. L’iniziativa si svilupperà in tre fasi: lezioni in aula, affiancamento in azienda, esperienza all’estero calibrata sulle esigenze di ciascuna impresa. Non solo teoria, nella fase estera verranno infatti colte vere e proprie opportunità commerciali che si dovessero incontrare. “La collaborazione Ice – Regione Marche e categorie è un modello a livello nazionale – ha detto Massone - con associazioni e uffici regionali mettiamo a punto target e obiettivi, che poi vengono raggiunti. Il corso di cui parliamo oggi, la promozione estera dell’eccellenza artigianale tramite il tour di giornalisti di prestigiosissime testate estere appena concluso, l’iniziativa di novembre sul settore orafo, poi l’obiettivo diventeranno gli Stati Uniti, dove il mercato dell’artigianato vale decine di miliardi di dollari. Queste le tappe più recenti di una collaborazione molto proficua e tanto più necessaria in tempo di crisi”.


Cippitelli nel suo intervento ha sottolineato l’importanza di iniziative come questa soprattutto nell’attuale fase congiunturale, sottolineando le peculiarità del sistema di promozione estera esistente in Italia a seguito della riforma costituzionale del 2001. Berionni ha invece richiamato l’attenzione sulla maggiore flessibilità e capacità di resistenza delle piccole imprese di fronte alla crisi, evidenziando come vi sia chi investe nella formazione nonostante tutto.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2009 alle 15:49 sul giornale del 15 ottobre 2009 - 641 letture

In questo articolo si parla di regione marche, artigianato





logoEV