Macerata: meeting europeo su prevenzione incendi boschivi

2' di lettura 08/10/2009 - Sono iniziati ieri mattina a Macerata i lavori del primo meeting internazionale del progetto “Protect”, promosso e coordinato dalla Provincia di Macerata, quale ente capofila di un vasto partenariato italiano e straniero.

Il progetto, finanziato dall’Unione europea, mira a definire una serie di interventi finalizzati alla prevenzione degli incendi boschivi. Il meeting, che si concluderà domani, si svolge nella Sala operativa integrata di protezione civile, in viale Indipendenza.

Sono presenti rappresentanti di autorità nazionali, regionali e locali, nonché di organizzazioni tecnico scientifiche giunti a Macerata da sette diversi paesi europei dell’area del Mediterraneo. Si tratta di Paesi tutti particolarmente interessati alla lotta agli incendi nei boschi. Oltre alla Provincia di Macerata (Lead Partner), partecipano al progetto altri cinque enti pubblici: la Provincia di Malaga (Spagna), la Regione del Peloponneso (Grecia), il Ministero dell’Agricoltura – Direzione Generale Risorse Forestali di Algarve (Portogallo), il Ministero dell’Agricoltura - Dipartimento Foreste di Cipro, l’Assessorato per lo Sviluppo Sostenibile della Regione Istriana (Croazia) e tre partners scientifici: l’Università di Camerino, l’Università di Algarve (Portogallo),l’Università della Provenza (Francia).

Nel portare il saluto della provincia ai delegati dei vari enti partners, l’assessore provinciale alla protezione civile, Simone Livi, ha sottolineato il piacere dell’Amministrazione provinciale a far conoscere le “buone pratiche” e gli ottimi risultati raggiunti dall’organizzazione maceratese in materia di prevenzione incendi boschivi, augurandosi che ciò possa contribuire a sviluppare un modello integrato per la prevenzione degli incendi a livello europeo. Questo, del resto, è l’obiettivo del progetto che l’Unione europea ha finanziato con un fondo di circa un milione e 600 mila euro, di cui 467 mila assegnati alla provincia di Macerata.


In questi due giorni di lavori, i vari delegati debbono mettere a punto un programma di lavoro per tutti i tre anni di durata del progetto, un piano di gestione e monitoraggio delle varie attività, la relativa pianificazione delle risorse finanziarie e la costituzione di gruppi di lavoro specifici. Uno di questi dovrà occuparsi anche di azioni volte a migliorare la cooperazione europea tra gli esperti di protezione civile, tramite la creazione di un Network Europeo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2009 alle 16:33 sul giornale del 09 ottobre 2009 - 811 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, meeting, incendi boschivi