counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Premio regionale per le migliori \'Buone pratiche aziendali\'

3' di lettura
796

Stefania Benatti

Benatti: In questo difficile anno, due parole che assumono un significato particolare. C’è sempre più bisogno di esempi positivi.

Una buona prassi che premia le buone prassi. Non è un gioco di parole, ma la sintesi del significato di “Valore Lavoro” , il Premio promosso dalla Regione Marche - assessorati regionali alla Formazione e Lavoro- che, grazie al Fondo Sociale Europeo, non solo è stato considerato dal Ministero del Lavoro una \"Buona prassi\" nell\'ambito delle azioni di comunicazione del FSE, ma si rinnova ogni anno per far conoscere i casi di eccellenza , magari poco noti che invece hanno tutti i requisiti per diventare esemplari. Giunto alla terza edizione, anche per l’edizione 2009 “Valore Lavoro” propone alcune novità. Oltre agli ormai tradizionali 10 premi per le migliori \"Buone Pratiche aziendali\" , quest’anno ci saranno anche ben 5 \"Premi Speciali\" (uno per Provincia) istituiti per premiare la sicurezza sul lavoro.



Attraverso tali premi - in collaborazione con l\'Associazione regionale \"Maestri del Lavoro\" - si intende dare rilievo e visibilità a quelle aziende che investono in modo determinante e significativo al fine di tutelare al meglio (ben oltre gli obblighi normativi) la salute e sicurezza dei propri lavoratori. Altra novità di rilievo sarà la \" menzione speciale\" per l’organizzazione che avrà segnalato il maggior numero di aziende meritevoli. Lo scopo è quello di incentivare il coinvolgimento delle organizzazioni imprenditoriali – sindacali – associative affinché si facciano promotori dell’iniziativa tra i loro associati,diffondendone le finalità. La cerimonia conclusiva sarà a dicembre, a Macerata, in occasione della celebrazione della Giornata delle Marche. Abbiamo voluto dare continuità a questo Premio – spiega l’assessore regionale alla Formazione, Stefania Benatti -perché, soprattutto, in questo difficile anno c’era bisogno di esempi positivi. Di simboleggiare cioè l’operosità e la caparbietà delle Marche nonostante tutto. L’obiettivo del Premio, come è noto, è promuovere e incentivare la conoscenza del Fondo sociale europeo tra gli imprenditori marchigiani e allora il Premio sarà ancor più meritato, soprattutto per quelle aziende che avranno continuato ad investire sul capitale umano, riconoscendone il valore sociale e il ruolo propulsivo, come strumenti di crescita futura. Chi non abbia, cioè, rinunciato di fronte alla crisi a coniugare innovazione e qualità del lavoro”.



L’iniziativa si basa sulla condivisione e divulgazione delle buone prassi, metodo fortemente sostenuto dall’Unione europea, e ribadisce così la sua origine comunitaria e la sua forte valenza comunicativa. Valore Lavoro vuole riconoscere all’azienda la funzione principale di creare valore in termini di innovazione, competitività, qualità, ma anche e soprattutto di creare valore nel lavoro , nella capacità quindi di coniugare sviluppo e integrazione sociale. Il Premio è rivolto a tutti gli imprenditori le cui imprese abbiano sede nel territorio regionale, che si siano distinti per una (o più) motivazioni legate alla tutela della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro, alle pari opportunità, all’innovazione capace di produrre positive ricadute occupazionali, al miglior utilizzo degli strumenti del Fse.



Alcuni dati della scorsa edizione: nel lavoro preparatorio della giuria sono state più di 3.000 le aziende contattate direttamente, attraverso e-mail, newsletter elettroniche e telefono; più di 100 le associazioni imprenditoriali e sindacali coinvolte nella richiesta di promuovere il Premio e le sue finalità presso i propri associati; oltre 200 le imprese segnalate per progetti “candidabili”.



Stefania Benatti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2009 alle 16:13 sul giornale del 08 ottobre 2009 - 796 letture