Nona edizione nazionale dell’\'ObesityDay\'

cibo 3' di lettura 07/10/2009 - “Ogni grande impresa inizia sempre con un primo passo”. Il 10 ottobre 2009, l’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI) dà il via alla 9° edizione nazionale dell’“ObesityDay”. Un’iniziativa che si ripete e che permette di aiutare i cittadini a controllare meglio il loro peso.

La manifestazione è organizzata dal Servizio di Nutrizione dell’Ospedale di Ascoli Piceno coordinato dalla dott.ssa Paola Nanni, dalla dott.ssa Diana Sansoni responsabile del Servizio e con il patrocinio del Comune, della Provincia di Ascoli Piceno e dall’A.D.I. L’obesità è una condizione caratterizzata da un eccessivo aumento di grasso corporeo, in genere a causa di un’alimentazione scorretta e di una vita sedentaria. L’Italia è sempre più grassa; incombe l’incubo della diabesità (sempre più persone diabetiche obese) L’intervento multidisciplinare consente alla persona obesa di comprendere le cause del problema e di mettere in atto nella vita di tutti i giorni comportamenti idonei a raggiungere gli obiettivi prefissati modificando le abitudini che hanno contribuito al disagio. La bilancia va sempre più sù. Alimentazione ed attività fisica sono fortemente influenzati dalle condizioni sociali, economiche e culturali.



Il movimento rappresenta dunque il mezzo più semplice per aumentare volontariamente il consumo calorico influenzato dal tipo, dall’intensità e dalla durata dell’esercizio fisico. Una riduzione di peso con la sola restrizione calorica rappresenta un intervento non corretto, in quanto non permette di raggiungere e mantenere risultati stabili nel tempo. Muoversi rappresenta un mezzo utile per migliorare la mortalità globale. I benefici che ne derivano a lungo termine consistono in una diminuzione della pressione arteriosa, miglioramento del rischio cardio- vascolare e prevenzione e trattamento dell’insorgenza del diabete di tipo II. L’adozione ed il mantenimento di corrette abitudini alimentari fin dai primi di anni di vita è alla base della prevenzione e del trattamento dell’obesità. La dieta mediterranea è qualitativamente equilibrata e rappresenta un modello alimentare universalmente consigliato. La prima colazione oltre a regolare il senso di fame e sazietà deve sopperire all’esigenza dell’organismo di far fronte alle richieste energetiche dopo il digiuno notturno.



Nell’età pediatrica è un requisito essenziale di rapida fonte energetica, di modulazione del senso di sazietà e di prevenzione del sovrappeso. La giornata, aperta a tutta la cittadinanza ascolana pone l’attenzione su l’uso smoderato di alcool e le sue complicanze soprattutto nei giovani. Nei soggetti in sovrappeso l’alcool riduce l’eliminazione dei grassi che il nostro organismo mette in riserva. Appuntamento anche, all’insegna del buon cibo, delle tradizioni territoriali e della cultura con degustazioni di prodotti tipici del territorio marchigiano. Verrà presentato per la prima volta al grande pubblico dei golosi il “Dolce Piceno 2009”, realizzato appositamente per la giornata obesity day ascolana con lo slogan: gustando...si impara…!! I cittadini di Ascoli Piceno troveranno al Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo le porte aperte dalle ore 8.30 alle ore 13.30, per consigli ed informazioni gratuiti da parte degli operatori sanitari del Servizio di Nutrizione Clinica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2009 alle 16:24 sul giornale del 08 ottobre 2009 - 912 letture

In questo articolo si parla di attualità, cibo, adi