Decreto \'salva-infrazioni\', soddisfatta la Cna

CNA 2' di lettura 07/10/2009 - Non si ferma la battaglia per la difesa del Made in Italy nel settore Moda.

E ci sono delle novità importanti, accolte con grande soddisfazione da parte di tutte le imprese del comparto. Il 25 settembre scorso è infatti stato pubblicato in GU il decreto legge “salva infrazioni” che reca all’art. 16 le nuove disposizioni in materia di Made in Italy.

“La CNA Federmoda è molto soddisfatta del risultato” ha dichiarato Pietro Starnari Presidente CNA Federmoda Ancona “poiché il testo rappresenta una soluzione equilibrata tra l’interesse delle produzioni italiane e le norme dell’Unione Europea. Esso mantiene nella sostanza gli obiettivi di trasparenza, confrontabilità dei prodotti e corretta informazione al consumatore che erano contenuti nella legge precedente.”

“La novità più importante” continua Starnari “è quella sulla disciplina sui prodotti interamente realizzati in Italia, in quanto la legge regolamenta l’utilizzo delle indicazioni di provenienza tutta italiana dei prodotti. Il decreto stabilisce, infatti, che solo i prodotti per i quali il disegno, la progettazione, la lavorazione ed il confezionamento sono realizzati esclusivamente sul territorio italiano possono essere messi in vendita con l’indicazione “realizzato interamente in Italia”, rafforzando in questo modo i marchi volontari e rappresentando una concreta opportunità per valorizzare la qualità del prodotto italiano. In conclusione, riteniamo che il confronto abbia prodotto un triplice risultato positivo:

1. il mantenimento dell’obiettivo di fornire una corretta e completa informazione al consumatore circa la provenienza dei prodotti;
2. l’impegno del Governo a sollecitare la Commissione europea a ricercare una soluzione condivisa in tema di applicazione del marchio Made in;

3. l’introduzione della disciplina della tutela e riconoscibilità dei prodotti totalmente realizzati in Italia.


“Ora” conclude Starnari “si tratta di lavorare insieme per dare concreta e rapida attuazione alla valorizzazione delle nostre produzioni”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2009 alle 16:51 sul giornale del 08 ottobre 2009 - 755 letture

In questo articolo si parla di economia, cna





logoEV