counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ascoli: finge di essere violentata, denunciata

1' di lettura
938

bambini cellulare

Una donna di Caserta ha finto di essere stata violentata e per questo è stata denunciata con l\'accusa di procurato allarme.

Tutto è partito da una telefonata a Rimini. La donna infatti dopo aver fatto un numero di telefono a caso, ha raccontato di essere stata violentata nei pressi del cimitero di Ascoli Piceno. Dall\'altra parte dell\'apparecchio un ragazzo di Rimini. Il giovane, spaventato dalla strana telefonata ha immediatamente allertato il 113. Le forze dell\'ordine romagnole hanno girato la richesta di intervento ai colleghi di Ascoli i quali si sono subito precipitati sul posto.

Al cimitero non hanno trovato nessuno. Ricontattata, la donna ha nuovamente mentito, sottolineando fra le lacrime di essersi nascosta nel cimitero. Dopo di che più nulla. La mitomane infatti, capito forse di essersi messa in un guaio, ha spento il telefono. I carabinieri, una volta ottenuti i tabulati telefonici hanno immediatamente capito che si trattava di una bufala. La donna infatti è riusultata essere di Caserta. La questione quindi è passata fra le mani del Commissariato di Aversa il quale ha rintracciato e denunciato la donna, tra l\'altro già conosciuta alle forze dell\'ordine per reati simili.


bambini cellulare

Questo è un articolo pubblicato il 06-10-2009 alle 18:39 sul giornale del 07 ottobre 2009 - 938 letture