Scuola: ecco come ottenere la precedenza assoluta nelle supplenze

Scuola 4' di lettura 03/10/2009 - Entro il 9 ottobre le domande del personale “precario” della scuola per ottenere la precedenza assoluta nelle supplenze temporanee Il beneficio riservato a docenti e ATA che hanno ottenuto, nel 2008/09, un contratto annuale o sino al termine dell’attività didattica.

Dovranno essere presentate entro il prossimo 9 ottobre le domande per avere la precedenza nell’assegnazione delle supplenze temporanee da parte del personale docente e ATA “precario” che, nell’anno scolastico 2008/2009, era in servizio con contratto annuale o sino al termine dell’attività didattica su posto intero o spezzone orario Lo stabilisce il decreto del ministro Mariastella Gelmini che prevede l’inserimento di tale personale in elenchi “prioritari” da cui i dirigenti scolastici dovranno attingere per il conferimento delle supplenze temporanee per assenze del personale in servizio nelle rispettive scuola con precedenza assoluta rispetto a quello incluso nelle graduatorie di circolo e di istituto. Il provvedimento riguarda tutto il personale docente e ATA “precario” per tutti gli insegnamenti o i profili professionali per i quali, per quanto riguarda i docenti, è inserito nelle graduatorie provinciali. La priorità è riconosciuta anche ai fini del completamento d’orario nella medesima provincia in cui sia stato stipulato un contratto con orario inferiore a quello di cattedra o posto di insegnamento, sia che si tratti della provincia di appartenenza che di una delle province “opzionali” aggiuntive.

I modelli di domanda, acclusi al decreto ministeriale, diffuso a tutte le istituzioni scolastiche della regione e reperibili anche sul sito internet dell’Ufficio Scolastico Regionale assieme al testo integrale del documento, vanno presentati all’istituzione scolastica in cui il personale interessato, nell’anno scolastico 2008/2009, era in servizio con un contratto per supplenza annuale o sino al termine dell’attività didattica. Il modello, preferibilmente consegnato a mano, può essere inviato con raccomandata A/R. In questo caso fa fede la data di ricezione dell’ufficio postale. Si consiglia, per chi utilizza l’invio a mezzo posta, di anticipare l’acquisizione della domanda trasmettendola anche all’indirizzo e-mail della scuola. Gli elenchi “prioritari” produrranno effetto a partire dalla data della loro diffusione, per cui, fino a tale data, hanno piena efficacia le graduatorie di circolo e di istituto e, pertanto, conservano validità tutti i contratti di supplenza già stipulati in base ad esse.

[…]

Requisiti dei beneficiari (art. 1 del D.M.):
- Personale docente, inserito a pieno titolo nell’anno scolastico 2009/2010 nelle graduatorie provinciali ad esaurimento previste dall’art. 1, comma 605, lett. C della legge 27 dicembre 2006, n. 296;
- personale A.T.A, inserito a pieno titolo nell’anno scolastico 2009/2010 nelle graduatorie permanenti di cui all’art. 554 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, nonché nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di cui ai DD.MM. 19 aprile 2001, n. 75 e n. 35 del 24 marzo, Il personale di cui sopra deve, inoltre :
- aver conseguito, nell’anno scolastico 2008/2009, nomina a tempo determinato di durata annuale o sino al termine delle attività didattiche, per le classi di concorso, posti o profili professionali relativi alle graduatorie succitate, a prescindere dall’inserimento nelle stesse nel medesimo anno scolastico.
- essersi trovato nella condizione di non poter ottenere, per l’anno scolastico in corso, nomina per una delle suddette tipologie di insegnamento, posti o profili professionali per carenza di disponibilità o di averla ottenuta per un numero di ore inferiore a quello di cattedra o posto in assenza di cattedre o posti interi.
Il personale di cui sopra ha titolo a beneficiare delle disposizioni di cui trattasi ancorché nell’anno scolastico in corso abbia rinunciato: - ad un contratto per un numero di ore inferiore a quello di cattedra o posto, in assenza di disponibilità di posti interi (personale docente ed A.T.A); - ad un contratto, anche ad orario intero, che abbia maturato nelle province opzionali (docenti).

Esclusi : E’ escluso dal suddetto beneficio: - il personale destinatario di contratto a tempo indeterminato in qualunque provincia o collocato a riposo con decorrenza dal 1° settembre 2009 (art.1, comma 7, del D.M.); - il personale che, nell’anno scolastico in corso, abbia rinunciato o rinunci ad una supplenza conferita per l’intero orario nell’ambito della graduatoria ad esaurimento nella provincia di appartenenza o delle correlate graduatorie di circolo o di istituto (art.1, comma 4 del D.M.). […]





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2009 alle 11:54 sul giornale del 05 ottobre 2009 - 983 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, Ufficio Scolastico Regionale





logoEV