Tagli alla scuola: probabili effetti nella regione Marche

daniele salvi 1' di lettura 06/08/2009 - I tagli della Gelmini continuano a colpire...Ne fanno la spesa corpo docente e personale ata che nelle Marche subiranno per gli effetti della riforma una decurtazione di 1333 posti.

Nella sola provincia di Macerata il taglio riguarderà complessivamente 239 posti, di cui 149 per la funzione docente. A questo si aggiunge il fatto che nessun aumento è previsto per il personale di sostegno agli studenti diversamente abili, mentre in realtà la popolazione degli studenti bisognosi di questo servizio aumenta.

I primi a farne le spese saranno i precari, siano essi docenti che del personale ata, che risultano essere rispettivamente uno ogni sei tra i docenti ed uno ogni tre nel personale di supporto, stanti le stime del sindacato.

Di fronte a questi numeri possiamo dire che ormai, ben oltre ogni riforma qualitativa del servizio scolastico nel nostro Paese, prevale soltanto una finalità rivolta al controllo della spesa, senza una valutazione adeguata dei riflessi di simili scelte sulla tenuta di un servizio essenziale e per garantire il diritto all\'istruzione.


Ci sentiamo, pertanto, di condividere l\'appello del sindacato e della Regione Marche al Governo perchè si apra immediatamente un tavolo di confronto su iniziative che altrimenti non saranno certamente indolori per il futuro del sistema scolastico, delle famiglie e dell\'intero Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2009 alle 18:49 sul giornale del 06 agosto 2009 - 918 letture

In questo articolo si parla di scuola, regione marche, politica, partito democratico, tagli scuola, daniele salvi





logoEV
logoEV