counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Vertice in Regione, obiettivo: salvare i Vigili del Fuoco marchigiani

2' di lettura
1142

I Vigili del Fuoco marchigiani chiedono alla Regione sostegno per poter continuare a garantire il loro prezioso servizio.

Si sono riunite le segreterie regionali CGIL - CISL - UIL Vigili del Fuoco per fare il punto sulla grave situazione che si trovano ad affrontare e che potrebbe mettere a rischio il servizio che ogni giorno assicurano ai cittadini. I tre rappresentanti sindacali chiedono organici per i Vigili del Fuoco, risorse per l\'acquisto di nuovi mezzi di soccorso, risorse per la valorizzazione dei vigili del fuoco oltre che sedi adeguate e a norma soprattutto per Ancona che non ha un vero e proprio edificio. Se queste tre richieste non verranno accettate il rischio reale è che i Vigili del Fuoco non saranno più in grado di soccorrere i cittadini, soprattutto nel periodo estivo che, come dimostra la recente cronaca, l\'emergenza di interventi a causa di incendi aumenta.

Il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, oltre a ringraziare i Vigili del Fuoco per la sicurezza che finora hanno garantito ai cittadini, afferma: \"Le richieste dei Vigili del Fuoco, in base al ruolo di impegno ed efficienza che ricoprono, richiedono la massima attenzione. Quindi verrà effettuato un richiamo alle istituzioni, soprattutto a quella centrale, affinché ci sia una maggiore coerenza rispetto al ruolo che svolgono. La sicurezza è il 1° presupposto per la convivenza sociale, quindi occorrono i riconoscimenti adeguati - inoltre aggiunge - occorrono maggiori investimenti per le esigenze dei Vigili del Fuoco poiché per riconoscere i loro meriti non bastano gli encomi\".

L\'Assessore regionale al lavoro Fabio Badiali, oltre a sottoscrivere quanto affermato da Spacca, aggiunge: \"E\' stato doveroso accettare quest\'incontro, crediamo molto nella sicurezza e investiamo molto in questo campo, tuttavia la parte da \'leone\' la deve fare il governo centrale\".






Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2009 alle 15:25 sul giornale del 29 luglio 2009 - 1142 letture