counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

San Severino: atti vandalici contro la sede Avis

2' di lettura
738

Ammontano a diverse centinaia di euro i danni provocati dall’ennesimo raid vandalico compiuto da ignoti in un’area pubblica di proprietà del Comune di San Severino Marche.

Questa volta ad essere presa di mira è stata la sede dell’Avis, sita in via Matteotti, al civico numero 9. Il raid sarebbe stato compiuto, secondo quanto riportato in una denuncia presentata dal responsabile dell’associazione, Dino Marinelli, alla locale stazione dei carabinieri, fra il 18 ed il 21 luglio.


Il malvivente, od i malviventi, che avrebbero agito indisturbati, dopo aver forzato una porta di ingresso e non essendo riusciti nel loro intento, sono penetrati da una finestra. Una volta dentro la sede Avis gli autori del raid avrebbero forzato anche altre porte ed i cassetti di alcune scrivanie portando via circa 20 euro in contanti. Molto più ingenti i danni per i quali è stata presentata, appunto, denuncia contro ignoti.


“Non è la prima volta che accadono episodi del genere – tuona il sindaco di San Severino Marche, Cesare Martini, indignato per l’accaduto – La scorsa settimana c’è stato chi si è divertito addirittura a sfondare una porta d’ingresso di un bagno pubblico per portatori di handicap. Neanche di fronte a questo ci si è fermati. Siamo stanchi di dover assistere ad episodi simili. Ora rafforzeremo la vigilanza e, se del caso, ci doteremo anche di nuove telecamere di sorveglianza ma facciamo appello alle famiglie, a chi risiede in zona, agli stessi giovani perché, forti del loro senso civico, ci aiutino ad aiutare questa gente che, evidentemente, soffre di un profondo disagio e che non trova modo migliore che di prendersela con la cosa pubblica. Sono ripetuti, ed ormai innumerevoli, gli interventi di risistemazione di lampioni pubblici, recinzioni, infissi, cui gli operai del Comune devono costantemente far fronte. Adesso, però – conclude il sindaco Martini - si è superata veramente ogni misura”.





Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2009 alle 14:35 sul giornale del 24 luglio 2009 - 738 letture