counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Qualità dei fiumi e dei laghi: interviene l\'assessore regionale Amagliani

1' di lettura
941

fiume

Il rapporto sulla qualità delle acque dei fiumi e dei laghi marchigiani, presentato ieri alla stampa da Legambiente e Arpam, fotografa una situazione di cui la Regione Marche è ampiamente a conoscenza, e che, a onor del vero, non merita certo un giudizio così allarmante se, come dicono i dati, lo standard medio è di 2,9 mentre dieci anni fa era di 3,2 (1 è l’ottimo e 5 è il pessimo).

Abbiamo ben presente la scadenza del 2016, anno entro il quale tutti i nostri corsi d’acqua dovranno avere lo standard “buono”, tant’è che il Piano di Tutela delle Acque (PTA) che la Giunta ha varato alla fine del 2008 e che in questi giorni è oggetto di continue audizioni con i soggetti interessati nell’apposita commissione consiliare, ha proprio come finalità principale quella di attuare tutte le misure necessarie a conseguire quell’obiettivo di qualità delle acque entro il dicembre 2015.


Il PTA è uno strumento di programmazione complesso e costoso; complesso perché si attua solo attraverso l’azione coordinata di tutte le istituzioni competenti in materia (regione, province, comuni, ato), costoso perché molti degli interventi di tutela e miglioramento della qualità delle acque riguarderanno le reti acquedottistiche e la depurazione, vale a dire strutture che richiedono forti investimenti. Investimenti realizzabili se si attivano le risorse comunitarie disponibili, cui si può accedere solo se si è dotati dello strumento di programmazione adeguato. Le audizioni in corso non sono dunque formali, poiché per raggiungere gli obiettivi posti dal PTA è necessario il pieno coinvolgimento di tutti i soggetti.



fiume

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2009 alle 14:44 sul giornale del 24 luglio 2009 - 941 letture