Osimo: il sindaco, \'Senza il nuovo Ospedale nessuna ipotesi sul Ss. Benvenuto e Rocco\'

1' di lettura 24/07/2009 - Finché la popolazione osimana non avrà visto e toccato con mano l\'entrata in funzione del nuovo ospedale, la Regione Marche può scordarsi che l\'Amministrazione Comunale proceda alla approvazione della variante urbanistica necessaria per variare la destinazione dell\'area.

In relazione alle notizie apparse circa l\'inserimento dell\'Ospedale \"Ss. Benvenuto e Rocco\" di Osimo nell\'elenco dei beni immobili alienabili da parte della Regione Marche, l\'Amministrazione Comunale esprime la seguente posizione: quando finalmente si vedrà il nuovo ospedale costruito e funzionante, come è non solo nelle speranze, ma soprattutto nei giusti diritti della popolazione osimana, si potrà poi iniziare a parlare della destinazione del \"Ss. Benvenuto e Rocco\".

Ma finchè la popolazione osimana non avrà visto e toccato con mano l\'entrata in funzione del nuovo ospedale, la Regione Marche può scordarsi che l\'Amministrazione Comunale proceda alla approvazione della variante urbanistica necessaria per variare la destinazione dell\'area.

Stefano Simoncini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2009 alle 17:20 sul giornale del 24 luglio 2009 - 1255 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, regione marche, osimo, stefano simoncini, ospedale di rete, Comune di Osimo


Evviva ai maxi-manifesti sulla strada di bordo e sull\'ospedale! Evviva! Evviva! Evviva! ma ancora non ho capito una cosa: come per la precedente, anche per l\'attuale Amministrazione, al pagamento degli stessi contribuisco anch\'io con le mie tasse?!?! E no, allora proprio no; oltretutto ci distraggono anche mentre siamo intenti alla guida dei nostri automezzi o motocicli. Quindi pagateveli o aboliteli. <br />
Anzi non li fate proprio più.

I manifesti non li paga certamente il cittadino, ma le liste civiche (infatti non c\'è il logo del Comune ma i solo i simboli delle liste del nostro movimento).<br />
Se non facessimo tali manifesti, magari non si discuterebbe più del futuro del nostro ospedale o della strada di bordo e invece, anche in questo modo, teniemo caldi questi argomenti che ci stanno particolarmente a cuore.

Augurare a qualcuno di incappare nei meccanismi della \"malasanità\", come riportato dalle L.C. trattando l\'argomeno ospedale sul sito comunale dei consiglieri, è quanto meno incivile e barbaro.<br />
Complimenti.