Un parco intersettoriale in India che parla marchigiano

3' di lettura 18/07/2009 - “E’ una visita importante e significativa, la prima di un rappresentante istituzionale indiano nelle Marche”. Così il presidente Gian Mario Spacca ha salutato il ministro indiano dell’Industria dello Stato del Maharashtra, Rana Jagjitsinh Patil, presente nelle Marche con una delegazione istituzionale e di operatori economici per approfondire la conoscenza del nostro modello e le opportunità di business e investimento.

Il ministro Patil ha partecipato nella sede della Regione al seminario “Focus India”, occasione per presentare il distretto economico di Osmanabad, nel Maharashtra. Un parco tecnologico intersettoriale di nuova costruzione che si chiamerà “Terra Nova”, a circa 400 Km da Mumbai, su un’area di 7.500 km quadrati ottimamente collegata, con previsione di infrastrutturazione industriale e urbana. Il progetto prevede la completa urbanizzazione di oltre 2mila ettari, per il cui sviluppo lo Stato del Maharastra sarebbe particolarmente interessato a creare un partenariato con la Regione Marche, vista la forte vocazione manifatturiera e la competenza logistica e tecnologica e a offrire sostegno economico e logistico alle imprese.



Un\'opportunità importante considerate le vantaggiose condizioni offerte, l’eccezionale tasso di sviluppo del mercato indiano (con stime di circa l’8% all’anno di crescita), in particolare per i beni di consumo, tradizionalmente prodotti nelle Marche, e visto il ricco mercato del lavoro, in termini di risorse umane con una popolazione prevalentemente giovane (la media è di 25 anni). “Si tratta – ha detto Spacca – di una proposta di partnership animata da propositi concreti. Guardiamo con grande interesse all’India. La direttrice verso est è strategica per lo sviluppo, e Cina e India sono i due Paesi di riferimento. Accogliamo con interesse la proposta di partecipare al progetto di costruzione del parco tecnologico. I settori coinvolti saranno l’agroalimentare, la moda e il mobile, ma anche la meccanica e le energie alternative su cui le Marche hanno specifica competenza”.



Per favorire la presenza marchigiana in India, grazie alle nuove opportunità offerte dalla legislazione italiana, si punterà alla realizzazione di un Fondo Paese, a cui attingere per l’attività di coordinamento della Svim nei confronti delle imprese marchigiane. IL PAESE Il Maharashtra, primo stato industriale dell’India, si trova nell’India centro-occidentale ed ha Mumbai come capitale. È il terzo Stato per estensione dell’Unione Indiana ed il secondo per popolazione. E’ indiscusso centro finanziario e commerciale dell’intero paese, la locomotiva industriale ed economica dell’India, nel quale si concentra circa il 20% degli investimenti industriali locali e verso cui si indirizza il 17% del totale degli investimenti esteri. Il ministro Patil ha poi invitato il presidente Spacca a visitare a sua volta il Maharashtra. Spacca ha risposto ringraziando che sarà in India a dicembre, in occasione della visita governativa italiana, di cui le Marche hanno il ruolo di Regione coordinatrice. La visita del ministro indiano terminerà invece questo pomeriggio ad Ancona con il sopralluogo ai cantieri navali CNR.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2009 alle 17:56 sul giornale del 18 luglio 2009 - 816 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, delegazione indiana





logoEV