counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

L’IdV ritorna con forza sulla questione del \'bonus\' sull’Energia Elettrica

2' di lettura
1096

energia

L’IdV ritorna con forza sulla questione del “bonus” sull’Energia Elettrica a favore di quanti utilizzano apparecchiature elettriche medico-terapeutiche necessarie per la loro sopravvivenza, “un provvedimento inadeguato alle esigenze e sul quale il Governo ha promosso una pubblicità ingannevole”.

Così Paola Giorgi, Coordinatrice Donne IDV per le Marche, che ha portato alla ribalta nazionale l’argomento, partito dalle Marche con la storia di Luca, il ragazzo jesino che vive con l’ausilio di un respiratore artificiale.


Tramite il Coordinamento Nazionale delle Donne dell’Italia dei Valori verrà presentato in tutto il territorio nazionale, a partire dai Comuni e dalle Province delle Marche dove sono presenti elette ed eletti dell’Italia dei Valori, un ordine del giorno che impegni le Amministrazioni a segnalare alle autorità competenti tali situazioni ed a promuovere tutte le iniziative necessarie nelle sedi opportune per migliorare le compensazioni a favore di tali soggetti”.


Il provvedimento del Governo, in risposta all’interrogazione dei deputati marchigiani David Favia e Maria Paola Merloni, arrivata a fine 2008, ha fissato in 150 euro annui la compensazione, indipendentemente dal livello di potenza impegnata.


Si tratta di un provvedimento insufficiente e assolutamente privo di rispetto nei confronti di quelle famiglie che si trovano a sostenere un consumo energetico elevatissimo per mantenere in vita una persona cara - ha continuato la Giorgi – E infatti abbiamo presentato, a seguito di questa misura, un’ulteriore risoluzione (per la quale stiamo aspettando risposta) che chiedeva al Governo un preciso impegno a riconoscere una compensazione tariffaria superiore e a prevedere la gratuità della fornitura elettrica relativamente alle apparecchiature elettriche medico-terapeutiche necessarie per la sopravvivenza di utenti in gravi condizioni di salute”.


Ho seguito personalmente la vicenda di Luca e della sua famiglia, ai quali va un sentito ringraziamento – ha concluso la Giorgi - Credo che questa sia una battaglia per l’affermazione di un diritto basilare di pari opportunità e auspico che la sensibilizzazione a livello nazionale obblighi il Governo, che ha strumentalizzato il provvedimento, a risolvere al più presto la questione e a dare risposte reali alle esigenze dei cittadini”.



energia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2009 alle 18:08 sul giornale del 18 luglio 2009 - 1096 letture