counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Prc interviene sulla questione ASK industries di Monte San Vito

2' di lettura
1915

Il Comune di Monte San Vito nella persona del Sindaco Gloria Sordoni, la Provincia di Ancona rappresentata dall\'Assessore Maurizio Quercetti e la Regione Marche con l\'Assessore Fabio Badiali hanno incontrato giovedì, su sollecitazione del Sindaco Sordoni, le proprietà e le rappresentanze sindacali della ASK Industries (ex SIPE) e della Andelini.

Le due aziende, entrambe operanti sul territorio di Monte San Vito, sono interessate da processi di riorganizzazione che, seppur differenti tra loro, hanno destato nel recente passato e continuano a destare forti preoccupazioni nei lavoratori e nelle istituzioni per la loro tenuta occupazionale e produttiva.


In particolare la ex SIPE, in cui sono state aperte procedure di cassa integrazione e di mobilità volontaria, ha vissuto nel recente passato momenti di aspro conflitto, culminati nel blocco dei cancelli da parte dei lavoratori protratto per diversi giorni.


Anche se dagli incontri odierni sembrano essere emersi elementi di relativa rassicurazione, se non altro riguardo al futuro prossimo delle due aziende, questo però non deve far abbassare la guardia a lavoratori, organizzazioni sindacali ed istituzioni.


Solo continuando sul percorso intrapreso, fatto di attenta vigilanza da parte dei lavoratori, di leale collaborazione tra tutti i soggetti - istituzionali e sindacali – interessati in un costante contatto con i lavoratori e le loro rappresentanze e di interlocuzione serrata con le proprietà sarà possibile esercitare il massimo sforzo possibile a tutela dei lavoratori e dell\'economia del territorio.


Tentativi di rivendicare tardivamente primogeniture o proclami che mirano a segnalare particolari livelli di sensibilità e attenzione di questo o quell\'esponente politico – che peraltro nel caso dell\'Assessore Badiali nessuno si sogna neppure di mettere in discussione – rischiano di ottenere il risultato opposto, indebolendo, per puro interesse di partito, il fronte sin qui compatto delle istituzioni e dando, oggettivamente, una significativa mano a chi volesse approfittare della attuale situazione per delocalizzare linee e prodotti e, conseguentemente, licenziare i propri dipendenti.


D\'altronde proprio le recenti vicende della ex SIPE dimostrano, qualora ce ne fosse mai stato bisogno, che le lavoratrici ed i lavoratori sanno riconoscere benissimo chi è loro realmente vicino e sanno, anche se questo non è assolutamente loro dovuto, ringraziare per questa vicinanza.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2009 alle 15:25 sul giornale del 17 luglio 2009 - 1915 letture