counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Riassegnati i fondi POR-FESR: interventi anticrisi \'su misura\'

2' di lettura
695

soldi

La Regione Marche rivisita e rinforza il sostegno mirato alle imprese dei settori più in crisi che hanno già fatto domanda di finanziamenti razionalizzando i fondi FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale).

Ciò riguarda circa 18 milioni di euro di finanziamenti riassegnati e selezionati con gara pubblica come strumenti di ingegneria finanziaria. In più, gli interventi per lo scorrimento delle graduatorie e per l’innovazione dei prodotti della Moda assommano a ulteriori 16 milioni.


La revisione e movimentazione delle risorse programmate in precedenza costituisce il 3% dell’intero programma e quindi l’operazione passerà al vaglio dell’Assemblea legislativa regionale, la cui Sesta Commissione si è già attivata in proposito. Il Vice Presidente della Regione, Paolo Petrini, che ha anche le deleghe alle politiche comunitarie, ha presieduto a tal fine la sessione del Comitato di sorveglianza del Fesr, svoltasi a Villa Matarazzo di Gradara: “La decisione si è imposta – ha detto Petrini a Gradara - in quanto il Programma operativo 2007-2013 era stato disegnato tra la fine del 2006 e la prima metà del 2007, in un contesto assai diverso.


L’attuale crisi ci pone di fronte a una necessaria discontinuità nell’affrontare l’esigenza di tante imprese mediopiccole, oggi che sono oramai esauriti gli aggiustamenti automatici che in passato ci permettevano di superare le congiunture negative”.


Nel vertice di Gradara dunque il Comitato di Sorveglianza ha deciso di concentrare le risorse del triennio 2007-2008-2009 su precise priorità: lo scorrimento delle graduatorie riguardanti i bandi per la ricerca e l’innovazione nelle imprese, in modo da soddisfare ampiamente una domanda che era risultata decisamente superiore alle risorse stanziate precedentemente; il progetto per sostenere la capacità di innovare la progettazione del prodotto nel settore Moda e renderlo più competitivo specie per l’export (qui il bando mirato riguarda oltre 5 milioni); il potenziamento di alcuni interventi in campo energetico; un fondo regionale per la strumentazione finanziaria a favore delle Pmi: potenziamento delle garanzie, credito di investimento, in particolare nel settore energetico.


Importante la sinergia con l’Autorità di gestione del Fse, Fondo sociale europeo, che investe risorse per garantire i prestiti d’onore a favore di nuove micro-imprese. Il Comitato di sorveglianza è l’organismo di gestione del Programma Fesr nel periodo 2007-2013.


Questa sessione è stata particolarmente importante perché si è approvata la prima revisione degli interventi programmati allo scopo di adeguarli maggiormente allo scenario socio-economico determinatosi anche nelle Marche a seguito della crisi mondiale innescatasi nella seconda parte del 2008.


Per il Programma operativo Fesr si tratta della prima significativa manovra di adeguamento ad un contesto in profondo mutamento, che prelude ad ulteriori aggiustamenti in autunno.



soldi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2009 alle 16:22 sul giornale del 08 luglio 2009 - 695 letture