counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Artigianato nelle Marche in affanno, il Calzaturiero tiene

1' di lettura
897

scarpe

Il rapporto congiunturale dell’Osservatorio dell’EBAM (Ente Bilaterale dell’Artigianato delle Marche), effettuato su un campione di 600 imprese artigiane delle Marche sulle dinamiche del 2° semestre 2008 nonché sulla prima parte del 2009, conferma le difficoltà delle Imprese artigiane marchigiane.

La ricerca, afferma il Presidente dell’EBAM Marco Pantaleoni, evidenzia che risentono pesantemente della crisi in corso circa i due terzi delle imprese del settore tessile-abbigliamento e della meccanica; solo il settore calzaturiero registra una situazione meno pesante con la più bassa quota di imprese in difficoltà (25%).


L’analisi mette in luce il crescente peggioramento relativamente alla liquidità, dovuto sostanzialmente ad una immutata periodicità dei tempi di pagamento delle imprese verso i fornitori, a fronte di un allungamento dei tempi di riscossione dai clienti. Qualche timido segnale di ripresa si affaccia per la prima parte del 2009 con il 53% delle imprese che prevedono il fatturato stabile rispetto alla seconda parte del 2008 con una quota del 10% che prevede invece un aumento.


Alcuni settori maggiormente rappresentativi delle specializzazioni regionali risentono più pesantemente della crisi in corso: circa i due terzi delle aziende del tessile e abbigliamento (66,3%) e della Meccanica (63,4%) dichiarano la diminuzione tendenziale del livello di attività. Fra i settori che arginano meglio la crisi,da segnalare dunque le calzature. La stessa tendenza riguarda la dinamica del fatturato. Il riferimento congiunturale è meno drammatico, con un andamento delle attività rispetto al semestre precedente in diminuzione per il 38,8% e stabile per il 48%. Tuttavia il dato segnala semplicemente che le difficoltà erano già iniziate nella prima parte del 2008.


ARGOMENTI

da Ebam
Ente Bilaterale dell’Artigianato delle Marche

scarpe

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2009 alle 13:44 sul giornale del 04 luglio 2009 - 897 letture