counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
articolo

Palmiro Ucchielli e Leonardo Domenici insime per il territorio e l\'Europa

2' di lettura
2053

Il sindaco uscente di Firenze, Leonardo Domenici ed il presidente della provincia di Pesaro ed Urbino martedì a Senigallia hanno stretto un patto in vista delle prossime elezioni europee.

Ad introdurre i due candidati è stata il Sindaco si Senigallia Luana Angeloni che alcuni anni fa sedeva in parlamento insieme ad Ucchielli e Domenici. \"Chi ha governato bene un territorio o una città - ha detto l\'Angeloni - ha tutte le caratteristiche per rappresentare al meglio l\'italia ed il suo territorio in Europa\".

Palmiro Ucchielli intende rappresentare le Marche nel parlamento europeo, così come Leonardo Domenici intende rappresentare la sua Toscana. Ma a causa del sistema elettorale delle Europee i due candidato hanno deciso di abbinare le due candidature.

Il sistema elettorale delle europee prevede circoscrizioni molto grandi, la nostra comprende Marche, Umbria, Toscana e Lazio. Oltre a votare la lista è possibile esprimere tre preferenze. Per questo Ucchielli nelle Marche chiede il voto, oltre che per se anche per Domenici, così come Domenici in Toscana chiede il voto anche per Ucchielli. Ed, ovviamente entrambi chiedono il voto per il loro partito, il PD.
Nel caso fosse eletto solo uno dei due candidati l\'altro si farà carico di rappresentare entrambe le regioni. Anche se , dice Dominici \"Ci sono le condizioni per essere eletti entrambi\".

I candidati sottolineano come le decisioni del Parlamento Europeo siano vicine ed influenzino la vita di tutti i giorni dei cittadini e degli enti locali. \"Ad esempio dal primo gennaio del 2010 - spiega Domenici - non sarà più possibile utilizzare i sacchetti di plastica nei supermercati. Questa è una decisione del parlamento europeo\".

E\' necessario, insistono i candidati, dare più potere al parlamento europeo, spesso l\'Unione europea viene frenata nel suo agire dal diritto di veto dei singoli stati, ma questo verrà superato con la ratifica del Trattato di Lisbona. Sarà anche importante stringere rapporti più saldi tra l\'attività del Parlamento Europeo e della Commissione Europea, questo darà più forza ad entrambi.

Il candidato marchigiano, Palmiro Ucchielli, ha inoltre promesso una presenza costante in Parlamento e un contatto costante con il territorio marchigiano.





Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2009 alle 00:29 sul giornale del 27 maggio 2009 - 2053 letture