counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Salviamo la Pacha mama, la madre terra: Marche ed Ecuador uniti nel progetto

2' di lettura
1065

marche ed ecuador

Unisce natura e diritti umani, Marche ed Ecuador, il progetto “Salviamo la Pacha mama, la madre terra”, nato dalla collaborazione tra “Cuenca de Zunag“, un’ associazione che si batte per la difesa della biodiversità nella foresta amazzonica, e da “Noi ragazzi del mondo”, la onlus internazionale guidata da don Franco Monterubianesi, fondatore della comunità di Capodarco.

Gli ideatori e promotori del progetto, cofinanziato dal Servizio Internazionalizzazione della Regione Marche, hanno incontrato nella sede dell’Assemblea a Palazzo delle Marche il Presidente Raffaele Bucciarelli per spiegare gli obiettivi dell’iniziativa e promuovere la campagna di sensibilizzazione soprattutto tra i giovani marchigiani.


Credo che conoscere persone che difendono natura e ambiente, da qualunque parte del mondo provengano, sia un incontro foriero di sinergia e di esperienze positive – ha detto il Presidente Raffaele Bucciarelli al termine del colloquio - Le Marche, che già hanno finanziato il progetto sulla bio-diversità della foresta dell’Ecuador, possono continuare in questa opera sensibilizzando il maggior numero possibile di giovani, perché la vera sfida che noi abbiamo di fronte come civiltà è la scelta tra lo sfruttamento senza limiti della natura e la convivenza con essa”.


All’incontro hanno preso parte, oltre a don Franco Monterubianesi, anche Luigi Quarchioni, presidente di Legambiente Marche, e Massimo Marcaccio, presidente del Parco nazionale dei Monti Sibillini, che hanno confermato il loro appoggio al progetto, insieme alla provincia di Ascoli Piceno.


L’obiettivo più urgente oggi, hanno spiegato Manuel Chauvin e Patricia Guevara, è quello di impedire che lungo il fiume venga installata una nuova centrale idroelettrica. Il territorio al centro del progetto si sviluppa su 3000 ettari situati nel corridoio del Paastaza, un affluente del Rio delle Amazzoni. Si tratta della zona con la maggiore biodiversità al mondo, dove sono state catalogate 1200 specie di orchidee.





marche ed ecuador

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2009 alle 17:05 sul giornale del 18 maggio 2009 - 1065 letture