Corridonia: dall\'Argentina torna a casa dopo 61 anni

1' di lettura 15/05/2009 - Ha deciso di ritornare nel paese che gli ha dato i natali dopo ben 61 anni. Celestino Romagnoli, emigrato in Argentina il 3 maggio 1948, è ritornato a Corridonia e in pochi giorni ha sentito il grande affetto della città e dell’Amministrazione comunale.

Il sindaco Nelia Calvigioni ha, infatti, ricevuto il signor Celestino Romagnoli per dargli ufficialmente il saluto di benvenuto a nome dell’intera città.


Oltre alla visita della casa in cui era nato in contrada San Giuseppe, l’incontro con gli amici d’infanzia detti “Pippo de lu Gattu” e “Mario de Frascarellu” e con i parenti, il saluto ufficiale della città attraverso il sindaco e il dono di una targa del Comune ha davvero emozionato il signor Celestino Romagnoli che, forte dei suoi 70 anni, ha ringraziato Nelia Calvigioni e l’intera Amministrazione comunale con queste parole “Grazie all\'incontro con Lei, ho sentito l\'affetto di Corridonia per tanti suoi emigranti. L\'Argentina ne è piena e tutti ricordano i luoghi natii con tanta, tanta nostalgia. Grazie Signora Nelia per la sua profonda umanità e cordialità”. Quello della scorsa settimana non è stato il primo ritorno di emigranti nella propria città natale.


Già lo scorso anno diversi italiani emigrati in Argentina hanno deciso di ritornare per un breve soggiorno a Corridonia. Tra questi anche il presidente dell’associazione “Marchigiani in Argentina”. La città di Corridonia, quindi, nonostante i tanti anni passati all’estero è rimasta punto di riferimento e nel cuore di tanti emigranti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2009 alle 16:15 sul giornale del 15 maggio 2009 - 748 letture

In questo articolo si parla di attualità, corridonia, comune di corridonia





logoEV
logoEV