counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CULTURA

Civitanova: Tutto in gioco, il nuovo appuntamento biennale di arte e cultura

3' di lettura
2143

"Tutto in gioco" è il nuovo appuntamento biennale di pensiero, arte e società dell'estate civitanovese.

Tutto in gioco è il nuovo evento, biennale, che la Fondazione Cassa di risparmio della Provincia di Macerata organizza insieme al Comune di Civitanova Marche e realizzata con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Ministero della Gioventù, della Provincia di Macerata, della Camera di Commercio di Macerata, delle Università di Macerata e di Camerino, con il sostegno della Regione Marche, di Banca Marche.

Dal 9 luglio al 6 settembre di quest'estate il centro storico di Civitanova Alta sarà invaso di arte: mostre, teatro, danza, musica, filosofi e Oliviero Toscani che con la sua mostra fotografica "Razza Umana" nella Chiesa di San Francesco darà il via alla quermesse d'arte.

Alla presentazione erano presenti oltre al Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, il Sindaco di Civitanova Marche, Massimo Mobili, l'assessore regionale al Bilancio e al Credito, Pietro Marcolini e Michele Ambrosini, presidente di Banca Marche, alla sua prima uscita pubblica dopo la conferenza d'insediamento, direttore artistico della Fondazione Carima, Evio Hermas Ercoli e il presidente della Fondazione Carima, Franco Gazzani che ha definito "Tutto in gioco" come - un Festival che non è iniziativa di una sola istituzione ma è un Festival di tutte le Marche e punta al pubblico nazionale".

"Dopo le gratificazioni ricevute con Herbaria grazie all'impegno nei confronti del territorio - sottolinea sempre Franco Gazzani -, recepiamo ora la scommessa di realizzare questo nuovo contenitore culturale biennale che permetta anche alle fasce più deboli di usufruire gratuitamente di arte e intrattenimento e che vada a favore dello sviluppo economico della provincia di Macerata."

La biennale si svolgerà tutti i fine settimana estivi nei giorni di venerdì, sabato e domenica e gli eventi partiranno dalle 19 fino a tarda sera creando una sinergia tra arte e il territorio.

Cinque le mostre che saranno presenti lungo tutta la durata dell' evento e che sono la struttura portante attorno alla quale ruota tutto il gioco, tra cui "Il gioco politico di sessant'anni fa", una mostra di materiali grafici inediti con un allestimento scientifico curato dall‟Istituto delle Dottrine Politiche" dell'Università da Macerata diretto dal professor Angelo Ventrone; "Quelli del 49"mostra che affronta i problemi giovanili in un periodo molto difficile della nostra storia, e la mostra di Oliviero Toscanini "Razza Umana". Il fotografo sarà presente a Civitanova Marche per immortalare lungo l'arco del weekend inaugurale gli spettatori della Biennale e per chiudere a settembre con la prima mostra esclusiva del suo lavoro.

Le mostre saranno aperte ogni giorno dal 10 luglio al 30 settembre e faranno da sponda agli altri appuntamenti come rassegne di teatro, di musica leggera, classica e jazz, conferenze dove interverranno i più grandi intellettuali italiani. Tutto questo presentato nei luoghi di Civitanova Alta ristrutturati dall'Amministrazione Comunale come la chiesa di San Francesco, il chiostro e la chiesa di Sant'Agostino, l'ex sacrario, la chiesa di Madonna Bella e il vecchio convento delle suore domenicane, la Pinacoteca Comunale, la casa natale di Annibal Caro e il teatro storico a lui intitolato.

"Il bisogno di cultura - ha ribadito Hermes Ercoli - è oggi un'esigenza fondamentale. Tutte le Fondazioni bancarie stanno adottando nuovi criteri nell'impegno culturale, con investimenti diretti e legati al territorio. Da questa responsabilità nasce Tuttoingioco, un appuntamento biennale di pensiero arte e società."



Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2009 alle 11:00 sul giornale del 14 maggio 2009 - 2143 letture