Ferrovia arretrata: Gitto, un plauso alle senatrici Amati, Magistrelli e Sbarbati

Antonio Gitto 1' di lettura 13/05/2009 - \"Applaudiamo all\'intervento delle tre senatrici Silvana Amati, Marina Magistrelli e Luciana Sbarbati, che sostengono il progetto dell\'arretramento della ferrovia adriatica\".

Così l\'assessore alle Infrastrutture della grande viabilità della Provincia di Ancona Antonio Gitto. \"Si tratta di un progetto ambizioso - continua l\'assessore - che contribuisce enormemente alla valorizzazione delle nostre coste. E non possiamo escludere zone come Senigallia, anzi tutta la costa provinciale dovrà essere resa fruibile tanto ai turisti quanto ai cittadini\".


E il progetto, al centro del programma della giunta Casagrande e predisposto fin dal 2004 con la giunta Giancarli, punta proprio a garantire lo sviluppo turistico, valorizzando i meravigliosi tratti della costa adriatica. Secondo lo studio di fattibilità, infatti, alla base del progetto ci sono l\'arretramento nell\'entroterra dell\'attuale ferrovia, da riservare a servizi di lunga percorrenza nazionali e internazionali, con la creazione di due nuovi centri di scambio a Falconara-Chiaravalle e ad Ancona Sud, nella zona dell\'Aspio, e il recupero della direttrice adriatica da attrezzare con una metropolitana di superficie.


\"Solo in questo modo - conclude l\'assessore Gitto - si potrà rispondere all\'esigenza di dotare il corridoio adriatico di infrastrutture moderne ed efficienti su cui operare servizi di elevata qualità\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2009 alle 22:37 sul giornale del 13 maggio 2009 - 1032 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, politica, ancona, antonio gitto





logoEV
logoEV