counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Ancona: manifestazione del Comitato difesa scuola pubblica

2' di lettura
831

Nonostante il tempo poco propizio si è svolto giovedì pomeriggio un presidio presso l\'Ufficio scolastico regionale di Ancona promosso dal Coordinamento regionale dei comitati in difesa della scuola pubblica.
Una delegazione di insegnanti, genitori, precari, studenti e A.T.A. è stata ricevuta dalla segreteria del Dirigente regionale.

Sono stati esposti tutti i disagi che la legge Gelmini sta provocando nella scuola.
In primis il taglio previsto per il prossimo anno sscolastico di 927 insegnanti e 423 A.T.A.che creano forti problemi sociali ai precari e pregiudicano la qualità dell\'insegnamento; i tagli del 50% dei fondi sulle sostituzioni, provvedimento che mina pesantemente il funzionamento della scuola primaria, riduce le ore di lezione in molti istituti superiori lascia scoperti interi edifici quando si ammalani i bidelli; i rischi sulla sicurezza creati dal sovraffollamento delle classi stipate fino a 30 alunni; le mancate risposte alle famiglie che hanno chiesto il tempo pieno; la chiusura dei piccoli plessi di campagna in un territorio caratterizzato da piccoli centri sparsi tra colline e montagne; l\'abolizione delle compresenze che pregiudica le attività di recupero con gli alunni in difficoltà, i progetti didattici, le attività per piccoli gruppi, le gite e l\'alternativa all\'ora di religione.

Abbiamo denunciato la non credibilità di un governo che ha propagandato il potenziamento del tempo pieno subordinandolo ai tagli di organico: ne deiriva una situazione di profonda ingiustizia che vede l\'istituzione di alcuni tempi pieni a scapito delle tante richieste delle famiglie. Rivendichiamo comunque questo parziale risultato come frutto della mobilitazione di questi mesi! Ma non basta ABBIAMO CHIESTO DATI CERTI, GIUSTI E TRASPARENTI!

Ci è stato risposto che comunque i tagli ci saranno, che le nostre richieste saranno inviate al ministero e che saremo aggiornati sugli sviluppi della situazione in continuo mutamento Il movimento comunque non starà a guardare, sono previste per questo fine anno nuove iniziative di lotta e mobilitazione.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2009 alle 16:50 sul giornale del 04 maggio 2009 - 831 letture